A- A+
Regioni
pillole

Una falsa erborista brasiliana, è indagata dalla procura di Palermo per truffa ed esercizio abusivo della professione di farmacista per aver venduto ad alcune clienti pericolose pillole dimagranti. I prodotti piazzati sul mercato, farmaci contenuti in flaconi trasparenti senza nome o altre indicazioni, provocano infatti seri disturbi gastrici.

Una confezione delle pillole che avrebbero dovuto assicurare un fisico perfetto costava anche 297 euro. A denunciare la truffatrice sono state due sorelle, ricoverate in ospedale con problemi gastrici, disidratazione e tachicardia. Malesseri che sono insorti qualche ora dopo l’assunzione di quelle capsule.

Le clienti hanno confessato che si sono fidate perché credevano di assumere pillole che non nuocessero alla salute. La donna vendeva anche maschere per capelli (a 195 euro) e creme per il seno (265 euro). Le pillole dimagranti, oltre a contenere spirulina, un’alga azzurra del centro Africa usata come integratore, erano composte da altri farmaci prescrivibili solo dietro consiglio medico.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
falsaerboristavendepillolepericolose
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca

Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.