A- A+
Regioni
Firenze, inaugurato il Consolato Onorario di Romania per la Toscana

Inaugurato a Firenze sul viale del Poggio Imperiale 32, alla presenza delle autorità cittadine e del sindaco Dario Nardella, il nuovo Consolato Onorario della Romania per la Toscana, un servizio di grande importanza per i circa 85 mila cittadini di origine romena che vivono nella regione (di cui oltre 20 mila a Firenze) e che mancava da alcuni anni. Alla guida del consolato è stato nominato, su approvazione dell'Ambasciatore di Romania in Italia, S.E. George Gabriel Bologan, anche'esso presente alla cerimonia, Paolo Fagiolini, Ufficiale della Repubblica, imprenditore toscano per molti anni impegnato nel settore della sanità e delle biotecnologie. Tra le autorità presenti il prefetto di Firenze Laura Lega, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, la vice sindaco di Firenze Cristina Giachi e la Console Generale della Romania di Bologna, Daniela Dobre. Come ha sottolineato l'ambasciatore di Romania, George Bologan, amico da sempre dell’Italia e studioso di Alcide De Gasperi, “la riapertura del consolato onorario in Toscana è un passo significativo per i nostri rapporti. I consolati onorari sono parte integrante delle relazioni internazionali e mirano soprattutto allo sviluppo delle relazioni commerciali e culturali con una forte vocazione, oggi all’interno dell’UE, di consolidare la coesione e la reciproca conoscenza per una coscienza europea di cui abbiamo bisogno per contare come europei nel mondo. Il consolato onorario di Romania a Firenze è anche un simbolo e un perno per i rapporti romeno-italiani a livello territoriale. Un simbolo perché anche i romeni come gran parte dell’Europa lungo la storia hanno avuto un filo annodato a Firenze. Già nella città sono almeno due posti importanti che sottolineano questo legame: la casa del principe Alexandru Ioan Cuza, legato al Risorgimento italiano, e che aveva preso casa a pochi metri da dove è stata inaugurata la nuova sede consolare, e la tomba dell'ex ministro degli Esteri romeno, nonché cittadino onorario di Firenze, Nicolae Petrescu Comnen; grazie alle sue doti diplomatiche la città di Firenze non fu bombardata durante la seconda guerra mondiale.”  Anche il nuovo console Paolo Fagiolini ha sottolineato "l'importanza della presenza di una rappresentanza consolare della Romania in Toscana, regione in cui mancava da alcuni anni. Sono moltissimi i cittadini romeni ben integrati in tutta la Toscana con varie attività, imprenditoriali, professionali, artigiane, in molteplici e importanti strategici settori. I Romeni – ha aggiunto il Console - hanno da sempre amicizia e vicinanza verso l'Italia. Si riconoscono nella lingua latina, nella nostra storia comune. Nell'inno nazionale, “Destati romeno!”, c’è il passato della coscienza pubblica romena che comprende i fondamenti della nazione in tutte le sue componenti tra le quali quella dell’origine latina (il sangue romano e l’imperatore Traiano); in altre parole i romeni sono orgogliosi della loro gloriosa origine romana. E l'Italia, già prima dell'ingresso in Europa è stata il primo partner commerciale per la Romania e il Paese guida, per lingua e cultura”. “L'attività del consolato - ha detto ancora Fagiolini – sarà infatti un punto di riferimento anche per le aziende italiane che intendono lavorare con la Romania: è un Paese in rapida crescita e in cui si trovano già oltre 40mila aziende di nostri connazionali, con un incremento costante che, nei primi mesi del 2019, ha visto aprire più di cento imprese italiane ogni mese. Questo è un aspetto cruciale, soprattutto per una regione votata all'export come la Toscana”. “In Romania – ha aggiunto – sono attivi i più importanti gruppi nazionali, come Enel, Agip e Alitalia, che insieme alle compagnie romene collega i due Paesi con 335 voli settimanali su 23 aeroporti, e ancora aziende dei più diversi settori, da Astaldi a Ducati, da Pirelli a Colussi e Geox, solo per citarne alcune, oltre naturalmente alle banche italiane, come Unicredit e Intesa San Paolo. Il legame tra Italia e Romania è forte e antico, era giusto quindi che anche in Toscana venisse garantita una presenza consolare". Alla fine della cerimonia gli ospiti sono stati accolti dal nuovo Console Fagiolini al ricevimento presso l’ Hotel Villa la Vedetta di viale Michelangelo, evento animato anche dalla celebre soprano romena Laura Bretan.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    firenzeconsolatoromaniatoscanaconsoleambasciatorepresidentesindacoprefettoviale del poggio imperialepaolo fagiolinigeorge gabriel bologaneugenio gianidario nardellalaura legacristina giachidaniela dobrealexandru ioan cuzaprincipenicolae petrescu comnenlaura bretan
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Lui: "Amore, mi sento bollente" Lei: "Domani facciamo il tampone"

    Coronavirus vissuto con ironia

    Lui: "Amore, mi sento bollente"
    Lei: "Domani facciamo il tampone"

    i più visti
    in vetrina
    Coronavirus e Royal Family, PRINCIPE CARLO GUARITO, MA E' ANSIA PER...

    Coronavirus e Royal Family, PRINCIPE CARLO GUARITO, MA E' ANSIA PER...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Coronavirus: Mercedes impegnata per la produzione di apparecchiature mediche

    Coronavirus: Mercedes impegnata per la produzione di apparecchiature mediche


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.