A- A+
Regioni
Ippodromo del Visarno, torna il Palio degli Esercizi Storici Fiorentini
Si rinnova l’appuntamento con il Palio dell’Associazione Esercizi Storici Fiorentini domenica 13 ottobre all’Ippodromo del Visarno nel parco delle Cascine a Firenze, evento che si avvia a divenire una “classica” del programma sportivo fiorentino unendo la storia e le tradizioni delle aziende storiche fiorentine, attraverso la partecipazione degli Esercizi Storici Fiorentini, associazione nata nel 2013 per volontà di Gherardo Filistrucchi ed Elisabetta Bongi. Ad oggi l’associazione è composta da oltre sessanta aziende storiche fiorentine, alcune delle quali considerate “Aziende Storiche d’Italia” dall’Unioncamere. Partner dell’Associazione è, tra gli altri, OMA Osservatorio Mestieri d’Arte della Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Il Palio si terrà a partire dalle ore 11,30 con un prologo organizzato dall’ASSI Giglio Rosso di quattro competizioni di corsa nei prati interni alla pista dell’ippodromo, aperte a tutti, dai 6 ai 70 anni con iscrizione libera, classifiche separate fra maschi e femmine e ovviamente suddivisi per fasce di età.  Il coinvolgimento di ASSI Giglio Rosso nell’evento porterà nello storico impianto cittadino molti giovani con le loro famiglie, con l’intenzione di promuovere la pratica sportiva in un luogo di sport bellissimo che un tempo ospitava sia le manifestazioni atletiche di carattere promozionale che quelle di alto livello, ma anche quello di una valorizzazione per gli Esercizi Storici Fiorentini, il tessuto imprenditoriale della Città che vanta le migliori tradizioni e il mondo dell’ippica. Domenica 13 ottobre, dopo le competizioni libere organizzate da ASSI Giglio Rosso sarà possibile a tutti i partecipanti poter degustare le specialità gastronomiche preparate dall’Associazione Esercizi Storici Fiorentini, attualmente presieduta da Gabriele Maselli, presso gli stand appositamente allestiti all’interno dell’ippodromo: il ricavato andrà interamente devoluto alla Fondazione Tommasino Bacciotti, rivolta allo studio, la cura, l’assistenza e l’informazione dei tumori infantili, soprattutto quelli cerebrali.

Tra le molteplici attività intraprese dalla Fondazione c’è il Progetto Case Accoglienza Tommasino, con 21 appartamenti messi a disposizione delle famiglie dei bambini ricoverati presso il Meyer, offerti in modo totalmente gratuito, provvedendo anche al pagamento delle utenze, sostegno psicologico e/o economico rivolto ai genitori dei piccoli, finanziamento di borse di studio a favore di medici pediatri oncologi e di tecnici di laboratorio e acquisto di importanti macchinari per la terapia dei tumori infantili. Tommaso Bacciotti era affetto da una rara forma di tumore cerebrale particolarmente aggressiva, il pinealoblastoma, che si manifestò quando aveva appena 9 mesi. Il piccolo Tommasino fu sottoposto a cure chemioterapiche ed interventi neurochirurgici sia all’Ospedale Meyer di Firenze che all’estero, ma purtroppo, nonostante le cure il tumore ebbe la meglio, portando alla morte il piccolo nel dicembre 1999. I genitori, Barbara e Paolo, decisero di convogliare le tante offerte di solidarietà giunte dopo la morte di Tommaso nella creazione di un fondo permanente intitolato a ‘Tommasino’ e dedicato allo studio e alla cura di questi tumori. Tommasino aveva una enorme energia e voglia di vivere che i genitori non hanno voluto disperdere. Anzi hanno avuto la forza ed il coraggio di aiutare tante famiglie nelle stesse condizioni. Grazie all’instancabile impegno Paolo e Barbara Bacciotti sono riusciti a realizzare importanti progetti nel settore oncologico pediatrico. Tra pochi giorni verrà inaugurato il 22esimo appartamento offerto all’Ospedale Meyer per le famiglie che vengono a Firenze a curare i loro figli. Un totale di 90 persone ospitate a titolo gratuito, perché un bambino in cura oncologica richiede un grande sacrificio di energie ed economico che non tutti possono permettersi. Un aiuto importante arriva anche da Conad e Mukki Latte attraverso scorte alimentari. Domenica 13 ottobre, dopo le competizioni atletiche, il via alle corse dei cavalli si svilupperanno in batterie eliminatorie organizzate dalla Sanfelice Srl, la società della famiglia Meli che ha in gestione l’Ippodromo del Visarno, dalle quali usciranno gli Esercizi Storici finalisti. Negli intervalli tra le batterie di corso al trotto, verranno effettuate le premiazioni delle gare di corsa del prologo mattutino. La finale, con l’aggiudicazione del Palio realizzato appositamente dallo stilista Roberto Cavalli, sarà il momento clou di una giornata completamente dedicata allo sport in uno dei luoghi di Firenze, l’Ippodromo del Visarno splendidamente rinnovato che – come ha tenuto a sottolineare l’AD della società Sanfelice Carlo Meli, ha una pista completamente nuova con sabbia lavata resistente alle piogge. Alla presentazione del Palio nella club House dell’Ippodromo del Visarno hanno partecipato, oltre all’Ad Carlo Meli, l’assessore al Bilancio, partecipate, commercio, attività produttive del Comune di Firenze Federico Gianassi, Paolo Bacciotti, presidente della fondazione Tommasino Baciotti e Gabriele Maselli, presidente dell’Associazione Esercizi Storici Fiorentini.  

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ippodromovisarnocascinefirenzeparcopalioesercizi storici fiorentinigherardo filistrucchielisabetta bongiaziende storiche d'italiaunioncamereosservatorio mestieri d'artefondazione ente cassa di risparmio di firenzegabriele masellifondazione tommasino bacciottipaolo baciottiospedale meyerroberto cavallicavalliconadmukki lattefederico gianassicomune di firenzeassessore
    in evidenza
    "Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

    Esclusiva/ Parla Gianni Russo

    "Un film che rimarrà nella storia"
    Ennio, intervista al produttore

    i più visti
    in vetrina
    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità

    Nuova Kia Niro, l'auto che si ispira alla sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.