A- A+
Regioni
Luis Sepúlveda, il ricordo del sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti

La morte di Luis Sepúlveda: lo scrittore cileno ha lasciato tracce indelebili nella memoria culturale di Pietrasanta. Era stato insignito cittadinanza onoraria nel 2005. Il ricordo del Senatore Massimo Mallegni che gli conferì la cittadinanza nel 2005 e del Presidente delle Regione Toscana Enrico Rossi

“Luis Sepulveda ha lasciato tracce indelebili nella memoria culturale di Pietrasanta e nei ricordi di tante persone della nostra comunità. La cittadinanza onoraria, che accettò nel 2005 con l’allora amministrazione Mallegni, lo rende immortale nella storia della nostra città così come lo sono i suoi libri per l’intera umanità. Avrebbe dovuto tornare, così aveva promesso per incontrare nuovamente i ragazzi delle nostre scuole e magari partecipare ad uno degli incontri al Caffè della Versiliana dove aveva già partecipato, molti anni fa, intervistato dall’indimenticabile Romano Battaglia. Pietrasanta ti porterà sempre nel cuore”: così il Sindaco Alberto Stefano Giovannetti commenta la scomparsa dello scrittore cileno Luis Sepulveda piegato dal coronavirus. “Alla moglie, ai familiari le più sincere condoglianze da parte della città di Pietrasanta. Sepulveda resterà per sempre un amico speciale di tutti noi”. E’ stato il caffè della Versiliana di Marina di Pietrasanta, all’epoca condotto da Romano Battaglia, suo grande amico, a far incontrare Luis Sepulveda con Pietrasanta e a segnare da quel momento il legame con la Piccola Atene e la sua comunità. Poi ci fu l’incontro, un anno dopo, con i ragazzi delle elementari della scuola “Ricci” del Pollino. La maestra Maura Fornari gli inviò una lettera: venga a vedere lo spettacolo de “La Gabbianella ed il Gatto” che i miei alunni metteranno in scena a giugno. Sarebbe bello. E Sepulveda arrivò. Tornò altre volte sempre per incontrare i ragazzi delle scuole e partecipare ad alcuni incontri di presentazione. L’ultimo nel 2011 nel Chiostro di S. Agostino. Conosceva bene Pietrasanta e la Versilia. Scrisse anche un racconto dedicato ai cavatori: visitò le Cave delle Cervaiole sul Monte Altissimo. Dopo la cittadinanza poetica nel 1998, nel 2005 gli fu conferita la cittadinanza onoraria dal sindaco Massimo Mallegni, oggi Senatore della Repubblica ed assessore alla cultura e al turismo dell’amministrazione Giovannetti. Mallegni lo ricorda: “mi impressionò il suo sguardo pieno unito alla fierezza delle origini ma anche all’umiltà. Avrebbe potuto atteggiarsi a personaggio internazionale, da star, ma manteneva sempre quel profilo basso ed imponente allo stesso tempo. – racconta Mallegni – Ha lasciato tanti ricordi nella nostra città, in molte persone, in tanti bambini che ha incontrato durante gli incontri nelle scuole che oggi sono adulti. Per me è stato un grande onore conferirgli la cittadinanza onoraria. Il suo nome resterà legato alla città di Pietrasanta nell’eternità”. Anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ricorda lo scrittore cileno, a cui fu assegnato nel 2013 il Pegaso d’Oro, il più alto riconoscimento della Regione Toscana. Fu proprio il presidente Rossi a consegnare il Pegaso nelle mani di Sepúlveda, con motivazioni che si snodavano intorno ad alcuni concetti chiave della sua opera e della sua vita da attivista: democrazia, giustizia, libertà, ecologia, memoria, solidarietà da contrapporre al neoliberismo, il sistema economico dominante che schiaccia la dignità delle persone in nome del profitto. Ecco la motivazione integrale del Pegaso d’Oro assegnato a Luis Sepúlveda. "Luis Sepúlveda, con i suoi libri, tradotti in tutto il mondo, ha posto le sue doti letterarie al servizio della causa dell’umanità. I suoi romanzi dedicati alle terre australi dell’America hanno denunciato l’aggressione all’ambiente, che mette a rischio il destino dell’intero pianeta. Nel mondo attuale dominato dal neoliberismo, dove multinazionali e finanza internazionale si impongono sulle decisioni dei singoli governi svuotando dei suoi significati più profondi il principio democratico, il suo impegno per le grandi cause dell’umanità, - giustizia, libertà, solidarietà - non è mai venuto meno. Un impegno costante maturato attraverso le dure prove degli anni della dittatura cilena. Sepúlveda si era formato nella breve stagione delle grandi speranze suscitate dal governo riformatore di Salvador Allende e ha vissuto in prima persona le vicende che hanno sprofondato il Cile nella lunga notte del regime militare. Nella fase di difficile ricostruzione della democrazia ha offerto il suo contributo alla conservazione della memoria, perché la ferita aperta nel paese potesse veramente rimarginarsi e il Cile, come la sua gabbianella, tornasse libero a volare. A questo tenero e caparbio combattente per la libertà dell'uomo e di tutto il vivente, per la fragile e preziosa diversità biologica e culturale che rende unico e irripetibile il nostro pianeta, per i diritti dei più piccoli e deboli presenti e delle future generazioni, la Regione Toscana è onorata di conferire il suo più alto riconoscimento che tributiamo a colore che hanno contribuito a rendere più giusto, più bello, più libero questo nostro mondo"

Commenti
    Tags:
    luis sepúlvedapietrasantaalberto stefano giovannettisenatoremassimo mallegnicittadinanza onorariaversilianaromano battagliacoronavirusmortecaffe della versilianapresidenteregione toscanaenrico rossipegaso d'oro
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.