A- A+
Roma
Coronavirus, rivolte nelle carceri. Caos Rebibbia: detenuti tentano l'evasione

La rivolta nelle carceri per il Coronavirus arriva anche a Roma. Caos a Rebibbia: detenuti tentano di evadere e danno fuoco a materassi per protestare contro le nuove direttive del Governo. La polizia penitenziaria richiama in servizio tutti gli agenti a riposo. La proposta dei Radicali: “Liberiamone 8mila”.

 

E così dopo Modena, Foggia, Milano, Napoli e tanti altri, i disordini arrivano anche in città. L'allarme è suonato nel Nuovo Complesso di Rebibbia: all'interno del complesso G11 i detenuti hanno iniziato a battere i ferri, a dare fuoco a materassi ed alcuni hanno tentato di evadere scavalcando i muri dei cortili nell'area passeggio; all'esterno invece i familiari dei detenuti hanno bloccato via Tiburtina, all’altezza del carcere.

Numerosi mezzi della Polizia penitenziaria stanno sfrecciando in direzione del carcere romano: gli agenti che erano a casa perché osservavano il giorno di riposo o erano a fine turno sono stati richiamati in servizio.

A monitorare la situazione su Rebibbia c'è anche un elicottero. Ne dà notizia il sindacato Fsn Cisl Lazio che parla di "fumo all’interno del muro di cinta" e di disordini in corso a Regina Coeli e nel carcere di Viterbo. Per il segretario aggiunto dell'organizzazione sindacale Massimo Costantino, "occorre che le autorità tutte, in primo modo anche il Ministro della giustizia, mettano in campo ogni utile misura per garantire la salute e l’incolumità dei Poliziotti penitenziari e delle persone ristrette. Apprendiamo di rinforzi provenienti anche dal personale in servizio presso tale sede ma fatti rientrare dalle ferie o riposi. I motivi - si spiega in una nota - sono legati al limite dei colloqui con i familiari, dovuti alla situazione in ambito nazionale dovuti per contenere il contagio per il Coronavirus".

Il motivo delle rivolte

La protesta nelle carceri è scoppiato dopo che l'ultimo decreto del Governo Conte imponeva che, fino al prossimo 3 aprile, i colloqui nei penitenziari si sarebbero svolti in video o al telefono e che sarebbero stati limitati i permessi e la libertà vigilata in modo tale da evitare una eventuali diffusione del Covid-19 all'interno delle strutture.

La proposta dei Radicali

“Sta succedendo quello che in tempo di pace si direbbe ‘nessuno vuole vedere’, cioè che le condizioni delle nostre carceri sono condizioni insostenibili e che quindi quando arriva la goccia del Coronavirus che fa traboccare il vaso, il vaso trabocca. Il personale è insufficiente tutto l’anno, non solo quando c’è il coronavirus. Noi come radicali lo stiamo dicendo da giorni. Oggi sarebbe il caso di aumentare tutti i contatti con l’esterno attraverso mezzi tecnologici diversi dalle visite, dall’altro sarebbe il caso di fornire le carceri di strumenti di triage, e poi provvedimenti intelligenti che in questo momento possano ridurre la pressione all’interno degli istituti. E’ chiaro che se noi già da domani mattina avessimo 8mila persone in meno nelle carceri italiane sicuramente sarebbe una situazione che si alleggerisce. Sono 8mila persone che devono scontare dai 2 ai 3 mesi, quindi persone che tutto sommato potrebbero accedere ad una moratoria in modo molto semplice. L’hanno fatto in Iran, non c’è bisogno di arrivare nella moderna scandinavia per vedere questi provvedimenti”. Lo ha detto il consigliere della Regione Lazio dei Radicali, Alessandro Capriccioli, intervenuto su Radio Cusano Tv Italia.

Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus carceririvolta carcerirebibbiadetenuti rebibbiapolizia penitenziariaradicalialessandro capriccioli


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Superlega: ecco chi c'è davvero dietro alla bomba sul calcio
    Beppe Grillo come il noto "Marchese": garantista solo quando pare a lui
    L'opinione di Maurizio De Caro
    A Genova il 26 aprile 2021 il Premio Arte Scienza e Coscienza 2020

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.