A- A+
Roma
Ex Fiera di Roma, vince il verde. Caudo sfida l'ira dei costruttori

E' un gigante abbandonato perché serviva a due scopi: saziare gli appetiti dei costruttori con un'area centralissima da edificare e garantire i continui prestiti bancari che non sono riusciti a salvare dal disastro la Nuova Fiera di Roma.
Ora ciò che resta di quasi 8 ettari di capannoni semi abbandonati e un muro che costeggia la Cristoforo Colombo sino a piazza dei Navigatori, non ci sarà più. Il Consiglio Comunale, con 20 voti favorevoli, 7 contrari e nessun astenuto, ha approvato la delibera per la riqualificazione dell'area della ex Fiera di Roma.
E a spiegare il segreto dell'ex Fiera e il suo futuro è l'assessore all'Urbanistica Giovanni Caudo al quale, dopo la delibera, bisognerà augurare di non incorrere nelle ire dei costruttori romani: "Li' oggi ci sono 7,6 ettari di capannoni in parte abbandonati. La delibera dedica metà di questa superficie, 3,6 ettari a Municipio, ad attrezzature pubbliche del quartiere, e l'altra metà' a nuova edificazione di cui una parte residenziale e una non residenziale con l'indice piu' basso che si è mai visto in quell'area, 0,9 metri quadri su metro quadro. Siamo passati da 93mila metri quadri della delibera di Alemanno di pochi mesi fa, a 67mila e 500 metri quadri. Ma non è solo un problema di numeri ma di qualità".
E poi lancia una provocazione che rischia di diventare realtà: "La Fiera è chiusa da nove anni. Roma non ha solo il lungomuro di Ostia ma ha anche il lungomuro sulla Colombo che interrompe da sempre la continuità verde lungo il lato della Colombo. Il muro della fiera costeggia la strada".
Infine due messaggi: uno ai costruttori, l'altro a chi pensava di poter barattare territorio con i soldi per la nuova Fiera: "Questa è una delibera di rigenerazione urbana che apporta valore all'area ma non ce ne frega nulla di quelli che possono essere i legami finanziari, che pure ci devono essere. Le società si risolvono i loro problemi con un piano industriale. Investimenti Spa e Fiera di Roma presentino un piano industriale serio, operativo, concreto, in grado di raccogliere la sfida di innovazione di questa città che non può permettersi una fiera gestita nel modo in cui è gestita. Non usiamo il territorio come moneta di scambio".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ex fiera di romaalemannocaudocostruttoricostruttori romanipalazzinari



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.