A- A+
Roma
Feyenoord-Roma, la trasferta della paura. Gli olandesi vogliono anche il Colosseo

Sono 83 i tifosi romanisti in stato di fermo trattenuti nella stazione di polizia di Rotterdam, di fronte allo stadio De Kuip. Secondo i media olandesi, al gruppo sarebbe stato imposto il divieto di circolare nel centro della città. Gli inquirenti olandesi avrebbero deciso di trattenere questi tifosi nel posto di polizia per evitare che possano entrare in contatto con gruppi di hooligan del Feyenoord. Sempre ai funzionari della Digos le autorità di Rotterdam hanno detto di aver trovato nei bagagli dei fermati alcuni guanti con le nocche metalliche e pochi tubi di plastica di quelli che usano gli idraulici. Tuttavia nei loro confronti non è stato spiccato alcun provvedimento giudiziario. Verso le 18.30 all'apertura dei cancelli dello stadio, verranno regolarmente accompagnati nel settore ospiti dove potranno assistere alla partita.

Nel pomeriggio i pullman dei tifosi provenienti da Amsterdam erano stati fermati e controllati dalle forze dell'ordine olandesi tra le proteste degli ultras che gridavano al sequestro: "Fotografati e schedati come delinquenti".

All'aeroporto i primi controlli della Polizia, così alla stazione centrale: "Siamo pronti ad accogliere tutti gli italiani, sappiano che sono persone perbene, lo faremo nel migliore dei modi".
Per gli ultras è stata predisposta una zona "rossa" denominata Fan Zone, nell'area del porto vecchio, una zona molto pittoresca della città. I pub, che nei giorni scorsi avevano deciso di chiudere, hanno cambiato idea. "La Polizia ci ha garantito che veglierà sulla nostra sicurezza. Siamo pronti a dare ai fans della Roma da bere e da mangiare".
La tensione è massima dopo gli scontri di una settimana fa a Roma con i tifosi olandesi che hanno cinto d'assedio il centro storico prendendo di mira piazza di Spagna e la sua celebre fontana della "barcaccia". Su questi fatti la magistratura di Rotterdam ha depositato oggi una prima richiesta di rogatoria per l'acquisizione degli atti relativi ai 35 arresti effettuati a Roma e delle indagini della Digos.

Una tensione che non si è dissipata in questi 7 giorni, anzi che è montata in rete dove è apparsa la foto di una t-shirt creata dagli hoolingans l'immagine della Barcaccia e le parole "Stavamo solo scherzando, ci vediamo giovedì. Roma feccia".
Un fotomontaggio che non è l'unico e gli sfottò nei confronti dei tifosi romanisti sul web si rincorrono e chiamano in causa anche Asterix e Obelix, protagonisti di alcune vignette contro i romani. "Da domani ci sarà un nuovo De Kuip a Rotterdam". E poi la foto del Colosseo al posto dello stadio del Fejenoord.
Una buona parte dei tifosi arriverà in città in treno, provenienti da Amsterdam, alle 17.15, il ritorno ad Amsterdam è programmato alle ore 23,50 dopo la gara. Quelle le ore calde che anche la Polizia italiana e gli agenti della Digos tengono sotto maggior osservazione. Ma il vero pericolo non viene dal tifo organizzato, quanto dai gruppi sparuti, in arrivo su mezzi privati, che potrebbero darsi appuntamento in qualche luogo per creare scompiglio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
feyenoordfeyenoord-romarotterdam



Ecopass a Roma: la rivolta contro la tassa auto parte da Tor Bella Monaca

Ecopass a Roma: la rivolta contro la tassa auto parte da Tor Bella Monaca

i più visti
i blog di affari
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia
Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.