A- A+
Roma

Diciamoci la verità, almeno una volta. Di fronte alla scorrettezza all'incrocio, apostrofare con il classico “cornuto” l'automobilista “avversario”, non basta più. Così c'è anche chi si è preso la briga di realizzare un sondaggio su come reagiscono gli automobilisti (e le signore automobiliste) di fronte a un'infrazione al Codice della strada: insomma, chi insulta chi e con quale epiteto
Partiamo dalle offese: in testa alla classifica c'è chi guida, reo di aver commesso un'infrazione, nel senso che l'epiteto è diretto alla persona. Quindi il classico “cornuto” più la serie di insulti del colorito slang romano. Subito dopo “l'ira stradale” colpisce i prefetti e gli istruttori di scuola guida, seguiti dal ritorno degli insulti alla famiglia: mamme e sorelle in primis. Ma su queste risposte emerge la classica matrice maschilista.
Ma, ad insulto ricevuto, come reagiscono i romani al volante? Fortunatamente più della metà degli intervistati si dimostra maturo e paziente: il 54% afferma infatti di rimanere indifferente e non rispondere alle provocazioni. Purtroppo non tutti i romani sono civili e pazienti, infatti il 46% risponde per le rime o reagisce malamente agli insulti. Tra quelli che reagiscono spicca un 54% di quelli che rispondono insultando e urlando dal finestrino; più raffinato l’applauso ironico di un altro 19% ma c’è addirittura un 30% che non conosce proprio l’eleganza e risponde alzando senza problemi il dito medio.
Ecco di seguito la classifica delle reazioni più comuni degli automobilisti offesi: in testa c'è chi risponde all'insulto gridando in stile “camionista ubriaco”. Poi il classico dito medio, quindi l'applauso. In coda il british style con le scuse, seguito dalla vendetta a colpi di clacson.
Infine, la società assicurativa che ha curato l'insolita ricerca, la Direct Line, ha redatto la speciale classifica delle azioni che trasformano la città in una “guerra continua”. A far perdere il già scarso equilibrio di chi guida è soprattutto l’eccessiva velocità, causa di critiche per il 19% degli intervistati, compensata dall’eccessiva calma recriminata al 16%. Ulteriori pecche che indispettiscono gli altri guidatori sono il nervosismo al volante (10%), il mancato rispetto delle distanze di sicurezza (10%) e la distrazione (8%). Inoltre, sempre secondo i dati del sondaggio Direct Line, il 14% degli intervistati ammette di essere vittima di insulti per le frenate improvvise, mentre un altro 9% per lo stacco della frizione scorretto. Maltrattati anche coloro che non utilizzano le freccee (5%) e chi non rispetta le precedenze (1%).

Tags:
insultioffesecodice della stradalite automobilistitraffico
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Tavolini salva Covid per ristoranti: Raggi fa dietrofront: “Si può fare ma”

Tavolini salva Covid per ristoranti: Raggi fa dietrofront: “Si può fare ma”

i più visti
i blog di affari
"Vorrei fare testamento, ma non mi fido della ex. Come tutelare la mia bimba?"
Di Rebecca Sinatra *
Società Umanitaria. Cyberbullismo tra lockdown e iperconnessione. 8 giugno
Paolo Brambilla - Trendiest
Elefantessa uccisa-morte Floyd: la cattiveria di cui è capace l’uomo
Di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.