A- A+
Roma

La generosità e l’amore di Alessia e Lorenzo, i giovani genitori del piccolo Francesco Emanuele Maria, morto lunedì mattina all’età di 3 anni, alle 9 presso la Tip del Policlinico universitario A. Gemelli hanno permesso di oltrepassare l’indicibile dolore personale per la morte del loro unico figlio e pensare di poter aiutare con il consenso alla donazione degli organi ad altri bambini gravemente malati". Lo comunica il policlinico Gemelli.
"E così è stato possibile - si legge nel comunicato - offrire una speranza di vita a tre piccoli grazie a tre trapianti effettuati nella notte: uno a Roma, all’Ospedale Bambino Gesù, per aiutare un bambino affetto da una grave patologia epatica trattabile solo con il trapianto, gli altri due a Genova e a Bari per aiutare due bimbi affetti da gravi malattie renali".
"La Rete Nazionale Trapianti, coordinata da Alessandro Nanni Costa, e per il Lazio da Domenico Adorno, cui è collegato il Policlinico A. Gemelli - conclude la nota - ha consentito, come ogni giorno accade, lo svolgimento delle complesse attività che caratterizzano la donazione e il trapianto degli organi, rendendo possibili i tre interventi salvavita".
Sul fronte delle indagini per quanro accaduto nello store Ikea, la procura di Roma procederà per omicidio colposo. Il piccolo era ricoverato da giovedì dopo essere rimasto soffocato mentre mangiava un hot-dog al ristorante di Ikea del centro commerciale “Porta di Roma”. Con il via libera del pm Alberto Galanti, titolare dell'inchiesta, sono stati espiantati gli organi del piccolo, così come voluto dai genitori, per donarli. Il magistrato ha disposto l'acquisizione della cartella clinica e chiesto a chi indaga di verificare la presenza di filmati delle telecamere del centro commerciale che abbiano ripreso l'accaduto. Ciò al fine di verificare modalità e tempistiche dei soccorsi: alcuni testimoni hanno infatti segnalato ritardi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
morto hot-dogikdeatrapiantibambino gesù.



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
di Avv. Francesca Albi*
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.