A- A+
Roma

di Alberto Berlini

Li vedi aggirarsi giorno e notte, instancabili, trascinando dietro un carrello recuperato chissà dove e riempito di cinfrusaglie di ogni genere. Si avvicinano ai cassonetti della spazzatura e ci infilano dentro la testa rovistando servendosi di una specie di arpione artigianale. Il cassonettaro è diventato una vera e propria professione e in tempi di raccolta differenziata il compito è quantomeno facilitato: la missione è trovare l'oro rosso: il rame.
Sulle sponde del Tevere, non lontano dal ponte Marconi è nata una vera e propria fonderia. Lo sanno bene gli abitanti dei palazzoni che affacciano sul lungotevere di Pietra Papa. Proprio da lì, dove la recinzione si interrompe per consentire un accesso al gretto del fiume, parte un sentiro che conduce ad un accampamento di otto tende fatte di plastica, canne e "monnezza".
Basta aspettare l'imbrunire per vedere i primi fuochi, poi la notte tutto il quartiere si riempie di un fumo acre di plastica bruciata. La fonderia abusiva è in piena attività da due giorni: si bruciano cavi e tutto ciò che contiene rame per poter estrarre il prezioso materiale che poi viene rivenduto sul mercato nero.
Una storia che si ripete: ogni volta che un campo viene smantellato presto ne rinasce uno nuovo in un'altra area, fino a che le proteste dei cittadini esasperati dall'aria tossica che sono costretti a respirare non smuovono le forze dell'ordine. Questa zona al confine tra la città e la periferia è la preferita dai nuovi cercatori d'oro: ricca di materiale e di aree semiabbandonate in cui operare senza attirare troppo l'attenzione. Così ogni notte sale una nebbia tossica che oscura un'intero quartiere.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
furti rameromnomadioro rossocampi romponte marconi



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.