A- A+
Roma

“Altro che tagli, ormai siamo al collasso, oltre a non avere autoscale in numero sufficiente per coprire il territorio di Roma e provincia, ora l’autoscala della sede di Nomentano (immatricolata nel 1981) e stata trasferita presso il Comando Vigili del fuoco di Frosinone per garantire il soccorso in quella provincia in quanto priva di autoscale. Nella stessa situazione si trova anche il Comando Vigili del fuoco di Latina, per il quale in  caso di necessità di autoscale si interviene con la vecchia autoscala del distaccamento di Pomezia (immatricolata nel 1985) che in caso di richiesta, oltre alle esigenze del proprio territorio, dovrà uscire fuori provincia e arrivare presso il luogo d’intervento designato della provincia di Latina, con percorrenze anche di 150 km e tempi d’intervento dilatati oltre i limiti di un intervento efficace. Questa è la situazione quotidiana dei Vigili del fuoco ed i politici devono decidersi a mettere mano alla problematica e ampliare e rimodernare il parco automezzi di soccorso”.
Lo afferma Rossano Riglioni, segretario provinciale Conapo di Roma, nell’evidenziare “le attuali criticità di un Corpo dello Stato deputato alla sicurezza ed al soccorso ma sempre più vittima delle errate scelte gestionali della politica. I tagli vanno fatti sugli sprechi e sui duplicati, sulla sovrapposizione delle competenze e su tutti quei carrozzoni di finti soccorritori esistenti in Italia, non sulla pelle dei cittadini e dei vigili del fuoco impegnati oltre misura, cos’altro vuol tagliare Renzi ai Vigili del fuoco che già sono il Corpo dello stato meno retribuito tra tutti”, si chiede Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo.

Tags:
vigili fuocospendingconapopompieriautoscale
Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
Illegittimo il redditometro fuori dalla realtà


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.