I veri sconfitti sono i conservatori neo-con di Bush

Martedì, 20 gennaio 2009 - 19:01:00


Oggi un partito politico viene completamente soppiantato dalla sua opposizione. E’ il potere del popolo al suo meglio e i veri sconfitti non sono i fanatici del Ku Klux Klan ma i conservatori neo-con che così disastrosamente hanno ispirato le mosse di George W. Bush e l’oligarchia conservatrice americana incapace di innovare e rinnovarsi. E’ la fine di un pensiero politico e di una dottrina diplomatica che poteva essere sancita solo da un evento epocale e storico come l’elezione del primo presidente nero d’America. E’ il crollo assoluto di una filosofia che non sarebbe potuto avvenire se il presidente che oggi giura fosse stato espressione dell’establishment WASP.

Obama volta la pagina della storia d’America e del suo modo di intendere il rapporto con il resto del pianeta, ma ora tocca a lui scrivere i prossimi capitoli, e non sarà facile: come da George Washington, da Abraham Lincoln, da Franklin D. Roosevelt  il mondo si aspetta da lui moltissimo, forse troppo. Starà anche a noi aiutarlo.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA
In Vetrina