I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Il notaio conferma?
Lascito solidale, donare a terzi salvaguardando i diritti dei propri familiari è possibile

Da una prima fotografia del fenomeno "lasciti solidali" in Italia negli ultimi 10 anni ,attraverso i dati raccolti tra i notai italiani, emerge che è cresciuto del 10-15% il numero degli italiani che inseriscono il lascito solidale nelle loro ultime volontà. A donare sono soprattutto donne, oltre il 60% del totale. Nella metà dei casi, il valore del lascito è sotto i 20 mila euro.

La ricerca  (effettuata su un campione di 700 notai, pari al 14% della categoria) è stata presentata da Testamento Solidale, la rete di 6 grandi organizzazioni - ActionAid, AIL, AISM, Fondazione Don Gnocchi, Lega del Filo d'Oro e Save the Children, a cui recentemente si sono aggiunte Amref, Università Campus Bio-Medico di Roma e Fondazione Operation Smile Italia Onlus - con la collaborazione e il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato.

La crescita dei lasciti negli ultimi 10 anni è una buona notizia, che segnala come anche in Italia si stia lentamente affermando la cultura del lascito solidale tra le persone più sensibili, nonostante il forte ritardo rispetto all'Europa. Nel nostro paese, infatti secondo l'indagine GFK Eurisko-Testamento Solidale, gli over 55 hanno una bassa propensione al testamento (15,8%), di gran lunga inferiore ad esempio alla Gran Bretagna dove si attesta intorno all'80% e agli USA con il 50%. Soltanto l'8% degli italiani ha fatto testamento, mentre il 5% è intenzionato a farlo e il 6% è incerto.

Colmare il "gap" di conoscenza intorno al lascito e superare le barriere psicologiche e culturali sul testamento è l'obiettivo con cui il Network ha lanciato la prima campagna di informazione e sensibilizzazione nel 2013.

Per diffondere la cultura dei testamenti solidali e rispondere a quanti ancora non sanno a chi rivolgersi le organizzazioni promotrici hanno creato con la collaborazione e il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato un sito www.testamentosolidale.org e l'omonima guida. Due strumenti che offrono una esaustiva panoramica sul tema del lascito, dalle tipologie di testamento (olografo, pubblico, segreto) alla quota "disponibile" di patrimonio che può essere destinata ad un lascito solidale (una qualsiasi somma di denaro, un bene mobile o immobile, la polizza vita, azioni o titoli d'investimento).

 'Quali sono i diritti dei propri familiari?' infatti è la domanda più frequente a cui sono sottoposti i notai, oltre il 50% dei casi. Contemporaneamente, una quota crescente di italiani - quasi 1 su 4 tra i testatori - è curiosa di sapere a chi altro, al di fuori della propria famiglia, può riservare con un atto di generosità parte dei propri averi.

Tags:
lascito sodale
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.