I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Action woman
Mira agli occhi se vuoi difenderti con successo

Nella vita le persone si concentrano soprattutto nel modo di fare una cosa, cercando di farla al meglio possibile, per raggiungere un obiettivo. Spesso, però, l’obiettivo non è chiaro, e ciò porta a vanificare molti degli sforzi fatti per raggiungerlo. Lo stesso vale quando si tratta di difendersi. Inutile mettere energia, potenza, tecnica, quando si manca il bersaglio. Una donna può essere del tutto digiuna da tecniche di difesa personale ma con un colpo ben assestato in modo preciso riesce a mettere fuori gioco il suo aggressore. Vediamo come.

Vi sono delle parti del corpo che se colpite creano molto dolore in chi le subisce, ma non lasciano danni permanenti. I punti vitali sono gli occhi, la gola, i genitali. Poi ci sono punti che se colpiti creano un profondo immediato dolore, alle volte talmente forte da farti perdere per qualche secondo qualsiasi capacità di reazione, queste parti sono il naso, le ginocchia e gli stinchi. Nel precedente articolo abbiamo appreso come colpire a mano aperta sul volto dell’aggressore. Per ottenere la massima efficacia è consigliabile mirare al naso, un punto dolorosissimo che, se colpito con forza porta qualsiasi individuo ad avere un disorientamento di molti secondi, quelli necessari alla donna per scappare e chiedere aiuto. Gli occhi sono un altro punto da colpire per creare un effetto di disorientamento. Come si colpisce negli occhi? Con due dita, come se si volesse accecare la persona che ci aggredisce. Bastano due dita, indice e medio e andare a cercare gli occhi.

Non ci vuole nessuna tecnica. Solo la volontà di farlo (che non è scontata). Togliamo subito un dubbio: l’aggressore non viene accecato perché il movimento di istinto di ogni persona per evitare le dita è più veloce e il movimenti a ritroso della testa impedisce l’accecamento (a meno che non sia impedito alla testa di andare indietro). Nonostante la tecnica non crei nessun danno, è comunque molto efficace, perché il movimento di difesa per evitare l’accecamento, ovvero arretramento della testa e chiusura degli occhi, concede alla vittima di assestare un secondo colpo, magari una ginocchiata ai testicoli, o una pedata al ginocchio, che le permetta di liberarsi da una eventuale presa e di scappare. Il movimento di infilare le dita negli occhi è particolarmente efficace quando l’aggressore tiene stretta la donna a sé, per esempio, quando la tiene per il collo. In questa posizione diventa difficile alla vittima liberarsi se prima non fa allentare la presa, magari o con un colpo a mano aperta sul naso dell’aggressore, oppure utilizzando proprio la tecnica delle dita negli occhi.

Lorenzo Masini

Hai delle domande? Scrivimi mail: lorenzo@lorenzomasini.it

Vuoi conoscere le prossime date dei corsi Action Woman? Vai sul sito: www.actionwoman.org

Tags:
action womanocchidifesasuccesso
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.