Affarinternazionali

di Mariella Colonna

A- A+
Affarinternazionali
ASEAN, la sfida internazionale. Myanmar: è intesa con l’Italia

Il 'miracolo' economico cinese - secondo alcuni analisti - è nella sua fase discendente dopo decenni di crescita esponenziale grazie soprattutto ai bassi livelli salariali.

Oggi altri Paesi guardano al mercato occidentale offrendo opportunità di scambi economico/commerciali. Si tratta dell'area ASEAN (Association of Southeast Asian Nations) nata per promuovere la pace e la sicurezza tra i Pesi membri (Vietnam, Cambogia, Tailandia, Singapore, Filippine, Myanmar, Malesia, Laos, Indonesia e Brunei) ma anche per accelerarne la crescita economica ed il progresso socio/culturale.

Nell'ASEAN c'è il Myanmar (ex Birmania) che attualmente sta attraversando una fase di transizione geopolitica. Non a caso è considerato il crocevia verso l'Asia sud-orientale nella partita India/Cina, anche dagli States che hanno ormai spostato i propri interessi dal Mediterraneo verso quell'area del mondo.

Di recente, nell'àmbito dell'attribuzione di aree onshore, il Myanmar ha assegnato 16 blocchi a compagnie petrolifere straniere. La nostra Eni si è aggiudicata 2 blocchi riguardanti le aree di Yamethin e Ondwe situate rispettivamente nelle regioni di Mandalay e Magway, nella parte centro-meridionale del Paese. La compagnia energetica italiana è in gara per l'assegnazione di altri due blocchi offshore  il cui esito si conoscerà a breve. L'ad Scaroni, a margine di un recente convegno tenutosi alla Farnesina, ha dichiarato di considerare il Myanmar un Paese attraente nell'ottica degli idrocarburi e di guardare al sud-est asiatico come ad una nuova frontiera economica dopo quella africana.

In seguito ad un periodo di isolamento che lo ha visto in partnership quasi esclusiva con la vicina Cina, ultimamente il governo militare che guida il Myanmar sta cercando nuovi legami a livello internazionale. L'Italia è tra i Paesi dell'eurozona più appetibile con il quale già si registrano scambi commerciali che nel 2012 sono stati pari a circa 35milioni di euro rispetto ai 19,57 dell'anno precedente con un incremento dell'81,4%. Le esportazioni dell'Italia verso il Myanmar hanno registrato per il 2012 circa 24milioni di euro (+ 69,3% rispetto al 2011) riguardando in particolare macchinari, apparecchiature e prodotti tessili. Mentre le importazioni dal Myanmar hanno raggiunto sempre nel 2012 gli 11,77milioni di euro (+111,8%) con al primo posto i prodotti di abbigliamento seguiti dai generi alimentari. Naturalmente si tratta di dati limitati nel loro valore intrinseco, ma si ha ragione di credere che i margini di crescita possano incrementarsi.

L'intesa non è soltanto economico/commerciale. Anche a livello politico  non sono mancati segnali positivi. La visita a Roma nel 2013 del presidente birmano Thein Sein che ha incontrato Napolitano e l'allora presidente del Consiglio Monti ha sancito un accordo congiunto volto ad intensificare le relazioni bilaterali che lo porteranno - tra l'altro - alla partecipazione all'Expo di Milano 2015.

Insomma, l'Italia si sta dimostrando pronta a recepire i cambiamenti in atto nell'ex Birmania con le relative opportunità economiche che ne potrebbero derivare, ed il Myanmar è orientato a stabilire sinergie con la nostra industria e imprenditoria soprattutto in questo periodo in cui si avverte l'esigenza di cambiamento. È dunque probabile che nei prossimi anni ci sia uno sviluppo della urbanizzazione, infrastrutturale e dei servizi, con l'intervento delle Pmi italiane. Nel caso il processo di reinserimento nel sistema internazionale dovesse rafforzarsi, le vie di comunicazione che lo attraversano (l'Asian Highway, il BIMSTEC Highway e il Greater Mekong North-South Economic Corridor) sarebbero un ulteriore punto di forza in questo senso.

Inoltre, quale parte integrante di una delle aree maggiormente promettenti in termini di sviluppo e integrazione, l'ASEAN per l'appunto, il Myanmar ne assumerà la presidenza nel 2014 così come l'Italia lo sarà al Consiglio dell'Ue nella seconda metà di quest'anno. Promettente concidenza!

Di Mariella Colonna
(segreteria@mariellacolonna.com)

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aseanmyanmar
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.