Chiesa Digitale

di Massimiliano Chiesa

A- A+
Chiesa Digitale

di Massimiliano Chiesa

 

m chiesa
L'autore/ Massimiliano Chiesa viene folgorato sulla via del web in tempi non sospetti. La bolla non era ancora nell'aria e la rete era cosa per pochi intimi. Il terreno ideale per giocare con la creatività. Nel tempo il gioco si è fatto serio. Oggi dirige Dodicitrenta, un digital creative studio con sedi a Milano e Roma e si diverte in giro per la rete come I Love Clients.

Apperò!

Lo sapevate che dall'App Store sono state scaricate 50 miliardi di app? #Sapevatelo.

E lo sapevate che Google ha superato Apple per numero di download delle app? #Sapevatelo.

A distanza di anni dalla loro comparsa sul mercato, il fenomeno delle app pare non mostrare cedimenti viaggiando su trionfali incrementi a doppia cifra.

E c'è che dichiara che presto manderanno in pensione gli sms tradizionali, visto che nel 2014 si prevede saranno scambiati 50 miliardi di messaggi al giorno attraverso WhatsApp, Viber o iMessage.

Sarà tutto vero?

Come agenzia, ci siamo spesso trovati a suggerire ai nostri clienti di non sviluppare applicazioni mobile.
Il perché è presto detto.
Oggi l'ottimizzazione di un sito per mobile consente di coprire un buon 90% delle funzionalità offerte da un'app.

I clienti sembrano però stentare a cogliere l'opportunità data dal linguaggio html 5 o meglio, continuano a considerare più "notiziabile" lo sviluppo di un'app proprietaria.
Cosa questa evidentemente non più vera, visto che comunicare il lancio di una propria app suscita un entusiasmo solo lontanamente paragonabile a quello riservato all’uscita di Rambo 5.

Ma, soprattutto, basterebbe pensare all'esperienza che ognuno di noi ha con il proprio smartphone.
Scarichiamo le app, le usiamo qualche ora, le dimentichiamo, le ritroviamo per caso, le cestiniamo.

A meno che non facciano quello che deve fare un'app, ovvero una singola cosa. Ma fatta bene.
Ben vengano quindi WhatsApp, Instagram, Shazam, Vine e, in generale tutte quelle che ci semplificano la vita o che ci permettono di cazzeggiare come Song Pop o Ruzzle.

Senza arrivare a decretare la prossima fine delle app come il buon Edward Zabitsky, sentiamo veramente il bisogno dell'ennesima branded app in cui ci viene ammannito il video della sfilata, il lookbook, il social feed e lo store locator?

La risposta è dentro di voi.
Ed è quella giusta.

Ora dovete solo farlo sapere ai nostri clienti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiesa digitaleappmarketing
in evidenza
Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

Come sarà il weekend

Ciclone al Sud, sole al Nord
Il meteo divide l'Italia in due

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van

Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.