Chiesa Digitale

di Massimiliano Chiesa

A- A+
Chiesa Digitale

 

m chiesa
L'autore/ Massimiliano Chiesa viene folgorato sulla via del web in tempi non sospetti. La bolla non era ancora nell'aria e la rete era cosa per pochi intimi. Il terreno ideale per giocare con la creatività. Nel tempo il gioco si è fatto serio. Oggi dirige Dodicitrenta, un digital creative studio con sedi a Milano e Roma e si diverte in giro per la rete come I Love Clients.

di Massimiliano Chiesa

Questa è la storia di un cerchio inscritto in quadrato.
Da molti anni.

Evidenti vantaggi nello stoccaggio dei dischi hanno fatto sì che l'immagine della musica sia sempre stata rappresentata da un quadrato.
Pur essendo incisa su un cerchio.

Dovete sapere che fino al 1940 i dischi a 78 giri erano venduti in anonime buste quadrate. Fu Alex Steinweiss, passato a miglior musica circa due anni fa, a inventarsi le cover illustrate. E dobbiamo a lui anche le copertine dei 33 giri, di cui inventò il formato.
Nel tempo furono prodotte vere e proprie opere d'arte in 30 per 30 cm.
Anche le cover dei 45 giri, pur non raggiungendo mai le vette artistiche dei fratelli maggiori, avevano la loro bella forma quadrata.

Così come, a partire dal 1984, il CD che, con l'orribile jewel box possiamo dire abbia scritto la parola fine, tranne rari e cartacei casi, alla creatività sotto forma di cover.
Due forme geometriche basiche hanno quindi accompagnato l'evoluzione musicale per oltre 100 anni.

Dici disco e la mente vola irrimediabilmente alla relativa cover: il bianco verginale del White Album, il nero con serpente del Black Album, i piedi nudi di Abbey Road, la banana dei Velvet, i mattoni di The Wall, i jeans di Sticky Fingers e Born in the Usa...
L'elenco potrebbe continuare all'infinito.

Ma ha ancora un senso oggi, parlare di cover?
Da anni la musica non necessita più di un supporto fisico.

velvet underground

 Di conseguenza, viene a mancare il presupposto stesso per il contenitore.

Eppure l'immagine della musica continua ad essere confinata in un quadrato di pochi pixel.  Non so cosa potrebbe diventare, ma sono certo che possa essere altro.

Dopo aver sbagliato ogni mossa possibile, le majors potrebbero rientrare in corsa commissionando ad artisti di ogni disciplina la "cover del futuro", il contenitore che non c'è, il colore della musica digitale.

O vorranno perdere anche l'ultimo treno?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiesa digitalecopertinamusica
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.