A- A+
Food da non usare
Bellavista: con "Meraviglioso" un nuovo paradigma della Franciacorta

Vittorio Moretti, insieme alla filgia Francesca e all'Enologo Mattia Vezzola ha scelto Milano per presentare "meraviglioso" la quint'essenza delle capacità produttive di Bellavista.

All'ultimo piano dell'Armani Hotel dove i piatti di Filippo Gozzoli, neo stellato Michelin hanno consentito di esaltare e gustare al meglio i profumi e sentori della grande cuvée.

E' lo stesso Vittorio, neo presidente del Consorzio Franciacorta che lo racconta ad Affaritaliani.it

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A VITTORIO MORETTI

 

 

 

 

UN NUOVO PARADIGMA 


Meraviglioso perché?


Sintesi della meravigliosa storia della Franciacorta e di Bellavista.

Ecco la storia e la descrizione nella nota diffusa da Bellavista


Non è facile descrivere, raccontare un vino come Meraviglioso che sintetizza quasi trent’anni della storia di un’azienda, di un territorio di produzione, di espressioni di vigne in annate diverse. Non è retorica affermare che in prodotti come Meraviglioso si concentra gran parte del senso del vino, dei significati più profondi del produrre vino. 

E se, come spesso si sottolinea, nel vino si fondono valori materiali e immateriali come in nessun altro prodotto, in Meraviglioso questa fusione trova un’esemplificazione straordinaria. Presentare per noi di Bellavista Meraviglioso significa quindi consentire di far vivere a chi lo degusterà un’esperienza unica attraverso la quale le sensazioni gustative diventeranno il mezzo che porterà a conoscere l’essenza più autentica e identitaria di un vino, della sua straordinaria qualità e del suo territorio di produzione.

Abbiamo la presunzione di affermare - in taluni casi la modestia rappresenta un sentimento pericoloso che impedisce di dire la verità fino in fondo, senza omissioni e paure – che Meraviglioso scrive una nuova straordinaria pagina della Franciacorta, questo lembo di terra italiana vocata in maniera ideale alla produzione d’eccellenza di vini a metodo classico.


Proprio in questa terra, oggi Bellavista testimonia concretamente con Meraviglioso un nuovo paradigma di questo territorio e di questa tipologia di produzione dimostrando la possibilità di arrivare ad un Franciacorta di incredibile longevità. Quella longevità ritenuta impossibile fino a qualche anno fa da gran parte della cosiddetta scienza viticolo-enologica ufficiale. 

Meraviglioso sovverte senza possibilità di smentite il pregiudizio dell’impossibilità di raggiungere vette di longevità mantenendo una freschezza sorprendente per un vino italiano ed in particolare per un metodo classico.

Anche per questa ragione Bellavista è felice e orgogliosa di assumersi la responsabilità di essere pietra miliare anche sul fronte della garanzia della longevità relativa alle bollicine di Franciacorta.


IL PENSIERO DI MERAVIGLIOSO 


Un pensiero e non solo una tecnica produttiva


Sei annate che sintetizzano il pensiero viti-enologico di Bellavista. 

Abbiamo deciso di parlare del “pensiero” di Meraviglioso e non di tecnica produttiva perché riteniamo che per far percepire al meglio il valore di vini di questa natura sia più utile evidenziare la filosofia, le intuizioni, le percezioni, le conoscenze e le esperienze che hanno portato alla sua realizzazione.

La genesi di questo pensiero è stata per lungo tempo custodita nella testa di Mattia Vezzola, non solo enologo di Bellavista, ma uno dei primi, grazie al coraggioso e lungimirante supporto di Vittorio Moretti, a capire le potenzialità della Franciacorta. 

Vittorio e Mattia, due uomini che prima di tutto hanno intuito che la forza delle bollicine della Franciacorta risiedeva nei suoli, nei microclimi, nelle vigne di questa terra. Lontano, quindi, dal pensare che un grande vino potesse nascere da un piano di marketing, grazie ad uno studio costante e approfondito delle caratteristiche territoriali delle Franciacorta, delle peculiarità di ogni stagione produttiva e della loro influenza sulla caratterizzazione dei vini, Mattia Vezzola ha iniziato ad individuare quelle annate che avrebbero potuto andare a comporre una cuvée capace di raccontare innanzitutto le straordinarie potenzialità di longevità della Franciacorta e, al tempo stesso, in grado di sintetizzare al meglio la filosofia produttiva di Bellavista.

Una cuvée, pertanto, che non fosse solo un mix di annate straordinarie per Bellavista, ma anche una sfida per dimostrare la forza di una terra, l’impegno concreto, indomito, coraggioso di un’azienda e di un uomo come Vittorio Moretti. “Volevo che questa cuveé raccontasse nella maniera più autentica possibile quello che è Bellavista e l’uomo che l’ha creata. Non cercavo un esercizio stilistico per dimostrare abilità enologiche; al contrario, ho cercato con tutto me stesso, e con tutti i mezzi che mi ha messo a disposizione Vittorio Moretti, un Franciacorta che raccontasse l’anima più intima e vera di questa azienda e della sua terra”, racconta Mattia Vezzola.

Da questo pensiero e da una tecnica di conservazione dei vini studiata ed elaborata in Bellavista per garantire nel tempo il mantenimento della caratteristiche originarie dei vini, sono state scelte le annate 1984, 1988, 1991, 1995, 2001 e 2002. Sei annate storiche che già avevano dato identità ad una delle Riserve più prestigiose della Franciacorta, quelle che prendono il nome di Vittorio Moretti.

Sei annate che sintetizzano il pensiero viticolo-enologico di Bellavista che da sempre ha esaltato i valori della freschezza, della sapidità, di quella mineralità e verticalità oggi tanto decantate ma presenti nel pensiero di Vittorio Moretti e Mattia Vezzola fin dalla genesi dell’azienda, quando la maggioranza si muoveva nell’allora “area sicura” della dolcezza e morbidezza.

Ecco ci piace allora pensare che Meraviglioso racconti anche il nostro desiderio di anticipare i tempi, dell’essere contemporanei perché conosciamo bene da dove veniamo e dove vogliamo andare. L’essere tradizionali e innovatori al tempo stesso nella convinzione che solo così vi può essere progresso in vigna e in cantina, e solo così si possono raccontare storie credibili, autentiche, oneste. 

L’IDENTITA' VISUALE


Sei colori ispirati all’Optical Art e una canzone nel cuore 


Fedele al primo sguardo innamorato della vita e del mondo

Meraviglioso è il “millesimo dei millesimi”. In una sola cuvée la quintessenza di Bellavista, il “meglio del meglio” di Bellavista. E Bellavista è la gioia, la bellezza, la natura e il colore: è l’anima dell’Italia ed è un invito a vivere la vita con gioia mettendo colore in ogni istante. 

Per questa ragione abbiamo scelto di rappresentare visivamente la sua identità attraverso sei colori luminosi e vitali, ispirandoci all’arte astratta dei più grandi artisti del colore che hanno operato nello stesso periodo storico in cui è nata Bellavista. Una corrente artistica d’avanguardia, la Optical Art, che in Italia ha trovato espressione nelle opere di Michelangelo Pistoletto, Lucio Fontana e Bruno Munari, autentici “geni del colore” che nelle loro opere assurge ad elemento primario della luce, del movimento e della suggestione prospettica. 

Meraviglioso è anche un regalo, un meraviglioso regalo che Bellavista ha voluto dedicare a Vittorio Moretti, l’uomo che ha reso possibile l’avverarsi di un grande sogno enologico. Un regalo pensato per lui dall’enologo Mattia Vezzola che nella primavera del 2003 ha posto “sur lie” questa speciale cuvée, sintesi del rigore espressivo di Bellavista e prospetto di un nuovo paradigma. 

Un vino leale, diretto e sincretico; un vino che trae caratteristiche uniche di longevità e freschezza da una grande viticoltura in cui prevale indiscusso il primato del tempo e della mano dell’uomo. 

Quando lo ha assaggiato per la prima volta, Vittorio Moretti ha esclamato: “meraviglioso”! E in maniera altrettanto autentica abbiamo affidato al vino questo nome, ispirato dalla vita stessa, con tutte le sue soddisfazioni e le sue bellezze. Ispirato anche ad una canzone, la canzone preferita di Vittorio Moretti, quella che Domenico Modugno ha interpretato nel 1968 come meraviglioso inno alla vita e alle sue gioie più autentiche. 

Omaggio di Vittorio Moretti alla meravigliosa terra di Franciacorta, questa Cuvée racconta i segreti del tempo e il ritmo della natura, sempre fedele a quel suo primo sguardo innamorato della vita e del mondo.

note di degustazione


Dodici anni a riposto nel silenzio delle nostre cantine


Intenso, austero, puro, … irreplicabile! 


Spuma cremosa, perlage continuo con raffinata finezza delle bollicine, che si manifestano con vivacità e costante persistenza.

Corona completa ed evidente.

Il colore si integra alla perfezione con l’armonia visiva dell’aspetto e con l’evidente percezione della setosità, elevando, con riflessi ben evidenti di luminosità, la sua gioventù.

L’olfatto si apre alla complessità avvolgente e ricca della frutta appena matura, ma dolce, degli agrumi e del sole mediterraneo.
Intenso con note sottili di alloro e leggero di spezie. Austero, con tessitura raffinata, consistente, flessuosa e di rara eleganza.

Grande purezza di struttura ed energia. Purezza che sostiene la vitale freschezza, fondamentale per il suo futuro.

Dodici anni a riposo nel silenzio della cantina. 

Irreplicabile


Temperatura di degustazione: 10°C

Note a margine 

di Mattia Vezzola

Ecco, in sintesi, l’approccio di Bellavista alla Franciacorta, un territorio unico valorizzato da alcuni metodi di lavorazione esclusivi tra cui:

L’utilizzo delle antiche presse Marmonnier, oggi presse Coquard. Queste presse sono un punto focale che attesta la peculiarità del lavoro in vigna e in cantina. Se la pressatura avviene secondo questo metodo, il lavoro in vigna e in cantina non può che essere eccellente nel senso di manuale, tradizionale, naturale. L’imprenditore Vittorio Moretti ha scelto subito questo metodo importandolo direttamente dalla Champagne quando, in quegli anni, ancora nessuno lo utilizzava in Italia.

Grandi formati: Meraviglioso è composto dal 50% della Riserva Vittorio Moretti 2002 e da una percentuale delle altre cinque annate. Tutti questi vini erano conservati in grandi formati, in parte destinati a creare la “liqueur”.

Il Meraviglioso del futuro? Potrebbe essere pronto nel 2028…


 

 

Tags:
bellavista-spumante-franciacorta-bollicine
in evidenza
Cristina D'Avena, bikini esplosivo Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

Wanda, Fico e... Gallery Vip

Cristina D'Avena, bikini esplosivo
Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.