A- A+
Food da non usare
capodanno
 

Lenticchie, cotechino o zampone, pasta all'uovo, panettone e spumante: gli italiani sono pronti a festeggiare l'arrivo del nuovo anno con un menu' tutto "made in Italy". Dove a vincere saranno i piatti e la cucina del territorio, a tutto vantaggio delle tradizioni ma anche del portafoglio. Perche' tra le spese del Natale appena trascorso e i rincari in arrivo nel 2014, tra Iva, aliquote e carburanti, le famiglie opteranno per una tavola "anti crisi", scegliendo prodotti del luogo e contenendo il budget medio tra i 20 e i 24 euro a persona. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, alla vigilia di San Silvestro.

Capodanno: Coldiretti,per 70% italiani cenone a casa da 66 euro - Gli italiani spenderanno in media 66 euro per il cenone di Capodanno che quasi sette italiani su dieci (68 per cento) consumeranno a casa, divisi tra chi preferisce organizzare nella propria abitazione (28 per cento) e chi e' stato invitato da amici o parenti (40 per cento). E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe'. In particolare - sottolinea la Coldiretti - il 47 per cento spendera' meno di 50 euro, il 26 per cento tra i 50 ed i 100 euro e il 14 per cento tra i 100 ed i 200 euro mentre una minoranza anche piu' di 200 euro. Aumenta la presenza dei prodotti Made in Italy piu' tradizionali dal cotechino (+9 per cento) alle lenticchie (+9 per cento), dalla frutta locale di stagione (+11 per cento) allo spumante (+11 per cento) mentre - sottolinea la Coldiretti - calano le mode esterofile del passato pagate a caro prezzo come le ostriche (-2 per cento), il caviale (-1 per cento) e la frutta fuori stagione come ciliegie e pesche (- 1 per cento).

Gli italiani spenderanno in media 66 euro per il cenone di Capodanno che quasi sette italiani su dieci (68 per cento) consumeranno a casa, divisi tra chi preferisce organizzare nella propria abitazione (28 per cento) e chi e' stato invitato da amici o parenti (40 per cento). E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe'. In particolare - sottolinea la Coldiretti - il 47 per cento spendera' meno di 50 euro, il 26 per cento tra i 50 ed i 100 euro e il 14 per cento tra i 100 ed i 200 euro mentre una minoranza anche piu' di 200 euro. Aumenta la presenza dei prodotti Made in Italy piu' tradizionali dal cotechino (+9 per cento) alle lenticchie (+9 per cento), dalla frutta locale di stagione (+11 per cento) allo spumante (+11 per cento) mentre - sottolinea la Coldiretti - calano le mode esterofile del passato pagate a caro prezzo come le ostriche (-2 per cento), il caviale (-1 per cento) e la frutta fuori stagione come ciliegie e pesche (- 1 per cento).

Lo spumante - precisa la Coldiretti - si conferma come il prodotto immancabile delle feste e sara' bevuto da quasi nove italiani su dieci (86 per cento) mentre appena l'11 per cento stappera' champagne. Segue a ruota il panettone al quale non rinunceranno piu' di 8 italiani su 10 (81 per cento) che vince di misura sul pandoro (prescelto dal 78 per cento). Aumentano - sostiene la Coldiretti - le lenticchie che, in un momento di difficolta', sono chiamate a portar fortuna nei piatti di dell'81 per cento delle famiglie insieme al cotechino o allo zampone presente nel 73 dei piatti. La frutta locale - continua la Coldiretti - con l'80 per cento delle preferenze vince su quella esotica o fuori stagione che quest'anno assaggeranno solo il 34 per cento degli italiani. Si abbandonano infatti le mode esterofile del passato con il 5 per cento di italiani che si permetteranno le ostriche e il 4 per cento il caviale. Il Made in Italy e' apprezzato anche all'estero con l'export di vini, spumanti, grappa e liquori, panettoni, formaggi, salumi e pasta per Natale che supera la cifra record di 2,7 miliardi di euro, sulla base delle proiezioni Coldiretti relative al mese di dicembre 2013. Ad aumentare - conclude la Coldiretti - e' il valore delle esportazioni di tutti i prodotti piu' tipici del Natale, dallo spumante (+16 per cento) ai panettoni (+14 per cento), ma crescono anche vini (+8 per cento), salumi (+5 per cento) (pasta (+4 per cento) e formaggi (+3 per cento).

Capodanno: Confesercenti, 80% italiani casalinghi, spesa 92 euro - Un veglione morigerato ma un po' piu' allegro dell'anno scorso. E' questo il risultato di un sondaggio Confesercenti-Swg, da cui emerge che l'80% degli italiani (circa 38 milioni) celebrera' la notte di San Silvestro a casa o presso amici e parenti. Si investira' pero' un po' di piu' nel cenone: 92 euro contro gli 89 del 2012. La crisi continua comunque a farsi sentire. In totale, si asterranno dalle celebrazioni per il nuovo anno quasi 3,8 milioni di persone: oltre 2,8 milioni (il 6%) perche' prive della necessaria disponibilita' economica, quasi 1 milione (il 2%) sara' invece impegnato sul lavoro. Un dato che non stupisce, visto che il 46% degli intervistati ammette di non arrivare a fine del mese con il proprio reddito, mentre al 32% basta fino alla terza settimana e il 14% si ferma alla seconda.

IL VEGLIONE E' CASALINGO: Il veglione a casa propria o presso amici e parenti continua a essere la scelta maggioritaria, indicata dall'80% degli intervistati, pari a circa 38 milioni di persone, appena il 2% in meno rispetto allo scorso anno. Stabili al 6%, invece, coloro che intendono passare l'ultima serata dell'anno al ristorante, con famiglia o amici. Diminuiscono del 2% gli italiani che celebreranno il veglione in viaggio: in totale nel 2013 saranno il 6% (oltre 2,8 milioni), divisi tra vacanze in Italia (il 4%, era il 5% nel 2012) e all'estero (2%, contro il 3%).

IL MENU E' LOW COST: per piu' di meta' italiani (54%) ancora menu low-cost, ma si riprende la fascia media. La spesa media complessiva (92 euro) per il Cenone e' in leggera rimonta rispetto a quella registrata nel 2012, attestata su 89 euro, e uguale a quella del 2011. Per piu' della meta' degli italiani l'ultimo pasto dell'anno sara' ancora all'insegna del low-cost, con un budget inferiore o uguale a 75 euro. Un dato elevato, ma che comunque segna un calo del 3% rispetto allo scorso anno. Aumenta invece la fascia media di spesa: gli italiani che sceglieranno di impegnare nel Cenone tra i 76 e i 125 euro sono quest'anno il 33%, il 3% in piu' del 2012. Incrementi anche per i menu' da 126 a 250 euro (scelti dal 12%, l'1% in piu' rispetto all'ultimo capodanno), mentre passano dal 2 all'1% i big-spenders, che a tavola investiranno piu' di 259 euro. 

Tags:
capodannocenone
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.