A- A+
Food da non usare
Club Detective, la guida per mangiare al top ha "il sapore" del noir. INTERVISTE

L'obiettivo di Club Detective è creare una guida accurata del panorama enogastronomico italiano tramite la ricerca meritocratica dei migliori luoghi di ristoro e delle aziende produttrici di materie prime. I locali e le aziende saranno ospitati, recensiti e pubblicizzati sul web e sui maggiori social networks. Lo staff di Club Detective  si occupa della valutazione enogastronomica tramite Luca Di Berardino mentre il regista Luca Torzolini darà la massima risonanza alle qualità intrinseche del locale  sul piano della comunicazione e del marketing.

Due fazioni di personaggi si affrontano nell'universo del videoromanzo: la fazione blu comandata da Adalberto Sangue, detective dell'improbabile, cerca di catturare il ladro gentleman Fulvio Seta e i suoi seguaci. Le avventure dei protagonisti e dei loro aiutanti sono la cornice narrativa per introdurre e descrivere le realtà enogastronomiche italiane: la bella Stella Ferante aiuterà l'utente a trovare il luogo recensito mentre il cuoco Lautaro Forca illustrerà una ricetta del locale.

Il sito www.theclubdetective.com presenta le sue funzionalità attraverso banner minuziosamente disegnati dal fumettista Vincenzo De Cesaris: l'utente potrà osservare video relativi a ristoranti e prodotti tipici, scoprire le informazioni necessarie per contattare e raggiungere l'azienda, sfogliare ricette letterarie e consultare interviste a grandi cuochi, sommelier, agronomi e scienziati.

Intervista a Luca Di Berardino - Scrittore e Gastronomo

Come è nato in te l'interesse per l'arte culinaria?
Sicuramente in tenera età. Da piccolo seguivo come un'ombra mia madre che cucinava. Ero ammaliato di fronte a quelle operazioni che trasformavano materie prime immangiabili in piatti meravigliosi. Per me era come assistere ad un rito magico. Crescendo, la voglia di acquisire i segreti arcani di quelle magie è rimasta intatta: non ho potuto fare altro che allenarmi per cercare di raggiungere gli stessi livelli di eccellenza.

Quali sono le caratteristiche basilari di un buon piatto?
Non credo si possa parlare di un valore assoluto per la bontà di un piatto, in quanto ci sono troppe variabili che entrano in gioco come ad esempio il gusto personale, la provenienza geografica del consumatore e il prezzo degli ingredienti. Stringendo al minimo indispensabile, le principali caratteristiche per realizzare un buon piatto sono freschezza delle materie prime, bilanciamento dei sapori e pulizia degli ambienti di lavoro e degli operatori.

Cucina e spiritualità: che tipo di connessioni vi trovi?
Io credo sia una questione fisiologica più che spirituale: mangiare bene genera emozioni positive e un alto grado di benessere. Molti elementi della natura hanno effetti sull'umore della persona e credo si possa creare una cucina che stimoli determinate aree del cervello: i formaggi danno origine ad una sensazione di piacere diffuso, tutti sappiamo delle proprietà rilassanti di valeriana e camomilla ed è indubbio l'effetto energetico del caffè. Sono convinto che con un'appropriata ricerca si possa creare uno stile alimentare capace di stimolare le emozioni. In questo contesto vedrei il cuoco più come un druido che come un creatore di pietanze.

Perché Settimio Pollio non riesce a smettere di mangiare?
Chiedereste ad un maratoneta di passare la vita su una sedia a rotelle volontariamente? Settimio non può fermarsi perché il suo scopo vitale è strafogarsi con i piatti più gustosi del pianeta. Nel momento in cui non avrà appetito sarà sicuramente prossimo alla morte. Settimio è la personificazione del desiderio onnivoro: per lui non si tratta di sopravvivere mangiando, bensì di vivere per mangiare.

Intervista a Luca Torzolini - Scrittore e Regista

Tra i 16 personaggi del videoromanzo, Fulvio Seta e Adalberto Sangue sono i più rilevanti. Cosa hanno in comune con te?
L'amore per la ricerca e la sperimentazione, la curiosità nei confronti del mistero esistenziale e delle formule pressoché infinite del gusto e dei rapporti intra e interpersonali. Fulvio Seta tira fuori il lato eccentrico della mia personalità, l'attrazione che suscitano in me il delirio della folla e il gioco erotico messo in atto dalle donne di classe. Adalberto è introspettivo, analitico e fortemente misantropo: conosce il lato oscuro dell'essere umano e ne analizza i fenomeni di causa-effetto indagando gli aspetti dello scibile che legano l'arte culinaria agli individui.

I tuoi video hanno un taglio narrativo molto originale. Cosa ti piace sottolineare dei locali che recensisci?
La personalità del proprietario: il locale in fondo non è che una sua emanazione, frutto della filosofia che attua nei confronti del mondo enogastronomico e della vita in generale. I locali superficiali sono prodotto di persone superficiali; i luoghi di culto della ristorazione effondono la sapienza e la convivialità di chi ha coltivato i propri talenti per proporre un servizio di alta qualità.

Come si evolverà Club Detective in futuro?
Nel business plan è in programma la nascita di due elementi fortemente innovativi riguardo siti e applicazioni per l'ambito del drink  and food. Il primo è un sistema di critica meritocratica operata dagli utenti in base al loro grado di preparazione (questo eviterà svianti recensioni di persone incapaci di effettuare valutazioni verosimili). Il secondo riguarda un secret login che metterà in contatto fornitori e collezionisti, grandi chef e raffinati degustatori del sublime.

In che senso si parla di video-romanzo?
Club Detective è un incrocio fra una serie televisiva in cui ogni locale o azienda agricola fa da titolo alla puntata e un romanzo che sviscera capitolo per capitolo tradizione e innovazione nell'ambito alimentare. Ogni dieci locali uscirà un ebook con le storie dei vari personaggi che s'intrecciano; i racconti saranno intervallati da ricette letterarie, interviste ai cuochi e articoli saggistici.

Come si crea un'opera originale?
Innanzi tutto bisogna possedere un'anima e coltivarla con irrefrenabile curiosità. Poi, scevri da qualsiasi vanità, è necessario un lungo processo di meditazione immaginifica seguito da un'abnegazione verso il fare, col meticoloso intento di portar fuori la propria, unica e originale, visione del mondo.

www.theclubdetective.com

 

VIDEO: Club Detective, Stagione 1 - Capitolo 1

VIDEO: Club Detective, Stagione 1 - Capitolo 2

 

Tags:
club detective
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.