A- A+
Food da non usare
Food Innovation da capogiro: 3 trilioni di dollari e 1 milione di occupati

La Food Innovation è un processo necessario, inarrestabile, che creerà un milione di posti di lavoro e genererà un impatto sull’economia nei prossimi anni di oltre 3 trilioni di dollari
Seeds&Chips, guidato da Marco Gualtieri, delinea vari aspetti legati a questo settore delle grandi potenzialità

Quando si parla di food occorre considerare il settore nella sua interezza: dall’agricoltura al consumo. Si tratta quindi non solo di un settore vitale all’uomo, ma del più grande settore economico del mondo, che occupa il 40% della forza lavoro globale e che vale più di 5.000 miliardi di euro. E’ inoltre il settore maggiormente correlato, in un rapporto di causa ed effetto, a salute e ambiente. Difesa dell’ambiente e food security devono infatti essere considerate un tutt’uno.

Quali sono le sfide che la food innovation vuole combattere?
Aumento della popolazione mondiale, inquinamento e cambiamenti climatici, diffusione di parassiti e infestati, lotta agli sprechi, sostegno dei piccoli produttori, urbanizzazione e flussi migratori, tutela della salute, i millennials 

Quali sono le soluzioni proposte dalla food innovation?
Lo sviluppo di Internet e in particolar modo dell’Internet of Things integrato con numerose altre discipline, può consentire oggi di realizzare soluzioni inimmaginabili fino a poco tempo fa come ad esempio: l’agricoltura di precisione, il Controlled Environment Agricolture (CEA), le stampanti 3D, i nuovi cibi, i super cibi e la nutraceutica, la tracciabilità e riconoscibilità degli alimenti, il packaging, la precision nutricion e precision coking, le smart kitchen, la sharing economy o l’e-commerce.

Quale sarà l’impatto che la food innovation avrà sull’economia nei prossimi anni?
Quasi 6 miliardi di euro sono stati investiti nel 2015 nel settore che, secondo alcune previsioni, creerà un milione di posti di lavoro e genererà un impatto sull’economia nei prossimi anni di oltre 3 trilioni di dollari. Si prevede, ad esempio, che solo il CEA e solo negli Usa varrà $1.75 trilioni.

Quali sono le opportunità per l’Italia di un settore sempre più in crescita come la food innovation?
L’occasione per l’Italia non è solo collegata all’importanza del difendere e valorizzare uno degli asset fondamentali del Paese, l’agroalimentare, per il suo valore economico, incluse le significative potenzialità di crescita, e per le sue unicità ed eccellenze e per la sua capacità di effetto traino su altri settori (turismo in primis), ma per l’opportunità unica e irripetibile di protrarre nel tempo ed allargare gli effetti di quello che, grazie ad Expo Milano 2015, l’Italia è stata per alcuni mesi. Investire nella food innovation e quindi nell’eredità di Expo, genererebbe un incremento del Pil superiore all’1.5%: 30 miliardi di euro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
food-innovazione-trilioni-dollari
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca

Riflettori accesi sull'edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.