I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Coppie di... fato
"Ho incontrato un serial killer dell'anima"

Violenza fisica e psicologica subita da parte di parenti o partner? Personalità devianti e disturbate con le quali vi relazionate ? Difficoltà a gestire la conflittualità familiare derivante da maltrattamenti ? A darvi una mano su Affaritaliani.it "Coppie di... fato: vittime, crimini e misfatti in famiglia", la rubrica al servizio dei cittadini tenuta dalla dottoressa Cinzia Mammoliti, criminologa, formatrice e autrice del saggio in materia di violenza psicologica "I serial killer dell'anima" (ed. Sonda). Per contattare la nostra specialista e avere consigli e aiuto scrivete a: lettereallacriminologa@affaritaliani.it

DOMANDA

Cara Dottoressa,

le vorrei raccontare la mia storia perché forse mi è capitato un genere di mostro, non ancora catalogato e forse la mia esperienza potrà giovare a qualcuno. È cominciato tutto con un corteggiamento da soap opera: dopo centinaia di sms e un mese di attesa ho ceduto. È un uomo bruttino con 20kg di troppo ma alla fine non importava. Mi faceva sentire in paradiso. Anche lui come altri da lei descritti indossa una divisa. Riassumo quanto più posso l'evoluzione di questo assurdo rapporto. Non sapevo mai quando ci saremmo rivisti, non lo sapeva mai. Era sempre impegnatissimo ad andare dalla mamma anziana, con gli amici, o era impegnato in qualcuna delle sue molteplici attività. Una volta al mese, viviamo lontani, due se ero fortunata, trovava tempo per me. Lo chiamavo, quasi mai rispondeva, a volte mi richiamava. Voleva fare tutti i giorni sesso al telefono e quando gli dicevo vediamoci di più, la risposta era molto vaga. Non mi portava mai a matrimoni o altri eventi dove veniva invitato, ma aveva cura di farmelo sapere e soprattutto mi mandava foto. Foto di tutto quello che non facevamo insieme, di quello che mangiava, di ogni posto che vedeva, di sè in ogni possibile posa, insomma un resoconto puntuale di ogni cosa di cui mi privava. Fino al giorno in cui l'ho raggiunto per un fine settimana e l'indomani mi ha detto: "mi sono ricordato che domani devo andare ad un battesimo a Catania". Io ho replicato: "abbiamo comprato il regalo insieme un mese fa, sono qui vengo anch'io". La risposta è stata : "non puoi venire mica ovunque vada io!!!!" E così mi ha rispedita a casa. 700km in due giorni. Quando è morto suo padre non mi ha voluta vicino ma mi descriveva tutto quello che provava. Di conoscere la sua famiglia non se ne parlava neanche ma mi mandava della sua regione, dei suoi familiari e della sua città interi reportage fotografici. Fino a quando non é sparito da un giorno all'altro senza spiegazioni, senza rispondere più alle mie telefonate, messaggi vocali disperati e sms,mi sembrava di impazzire.

Poi, un giorno, si è fatto risentire confessandomi di aver incontrato un'altra. Ho iniziato a prendere seriamente le distanze ma lui non mi lasciava andare. Tornava, mi diceva di essere indeciso, di amare me e l altra, ma intanto io ci stavo male, faceva il nostalgico, mi mandava foto dei bei momenti trascorsi insieme, mi diceva di mancargli ma di non poter fare a meno dell altra. E'andata avanti così per più di tre mesi finchè non gli ho richiesto di lasciarmi in pace ed è definitivamente sparito.

Mi sembra il tipico serial killer dell anima ma c è a mio parere una cosa che lo differenzia da altre tipologie: lui non mi ha mai denigrato a parole, ha sempre detto che ero la persona migliore che avesse incontrato, la più intelligente, che da me aveva solo da imparare, che non si spiegava come una donna bella come me, potesse stare con uno come lui. Questo forse lo differenzia dagli altri e lo rende ancora più pericoloso. O forse aveva solo capito che anche se innamorata non avrei tollerato un'evidente violenza verbale o che mi si facesse passare per stupida. Anche se oggi mi guardo indietro e mi domando: ma come ho potuto sopportarlo?? Mi piacerebbe molto avere un suo parere, e la ringrazio di cuore per il tempo che vorrà dedicarmi.

L.C.

RISPOSTA :

Cara L.,

gli atteggiamenti che descrive sono senz'altro quelli di un narcisista immaturo e dalle idee confuse ma non ho elementi sufficienti per capire se si tratti di un manipolatore seriale vero e proprio. Al di là di definizioni terminologiche e inquadramenti personologici la invito a focalizzarsi sul concetto di denigrazione. Forse, come lei dice, non lo ha mai fatto esplicitamente a parole, d'altro canto mi cita una sequela di episodi (parte dei quali ho dovuto tagliare per ragioni di spazio) palesemente svilenti e denigratori. Le sembra normale che un uomo la porti con sé e poi "la rispedisca a casa" dal giorno alla notte adducendo quale pretesto un battesimo cui deve partecipare? E'da quell episodio in poi a mio parere che le cose avrebbero dovuto prendere un'altra piega. Accettando di tornarsene a casa e poi rivederlo comunque lei a mio parere gli ha dato il la per cominciare a maltrattarla a piacimento esattamente come lui ha fatto per tutto il tempo della vostra relazione.

Il fatto che i maltrattamenti non fossero verbali non esclude minimamente la gravità di azioni poste in essere dal soggetto estremamente lesive della sua dignità fino alla confessione dell'esistenza di un'altra donna che pretendeva pure lei accettasse. Non vedo dunque grandi differenze dai soggetti di cui usualmente tratto e mi occupo, sicuramente almeno rispetto a certi tratti che descrive, non si guardi troppo indietro, pertanto, non ha perso proprio nulla.

Un caro saluto

Cinzia Mammoliti

www.cinziamammoliti.it

Iscriviti alla newsletter
Tags:
serial killeranima
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.