I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Coppie di... fato

Violenza fisica e psicologica subita da parte di parenti o partner? Personalità devianti e disturbate con le quali vi relazionate ? Difficoltà a gestire la conflittualità familiare derivante da maltrattamenti ? A darvi una mano su Affaritaliani.it "Coppie di... fato: vittime, crimini e misfatti in famiglia", la rubrica al servizio dei cittadini tenuta dalla dottoressa Cinzia Mammoliti, criminologa, formatrice e autrice del saggio in materia di violenza psicologica "I serial killer dell'anima" (ed. Sonda). Per contattare la nostra specialista e avere consigli e aiuto scrivete a: lettereallacriminologa@affaritaliani.it

DOMANDA: "Sono un vedovo di 70 anni, da circa due anni. Essendo da solo andavo alla ricerca di una compagna di pari situazione finchè l'ho trovata. Ha 60 anni, vedova da due anni anch'essa. Ebbene il mio dilemma è quello di sapere se le donne si possono comportare come la signora citata. Durante il matrimonio in cui il marito (a detta sua) non la trattava bene sotto il profilo dell'affetto, della collaborazione in famiglia ed anche economicamente (ha due figli), lei si è lasciata andare con due amanti progressivamente per circa 15 anni. La signora, riconoscendo il tradimento perpretato ai danni del marito, è sempre stata convinta che la colpa fosse del marito, il quale, adesso che è morto, viene pianto dalla moglie nella convinzione che quello che ha fatto non era tradimento. Orbene, mentre era con me si dimostrava fredda nei rapporti sessuali, in quanto il suo pensiero era rivolto all'ultimo amante, per il quale nutriva sentimenti d'amore. Il nostro rapporto è durato circa sei mesi, durante i quali non ha mai dimostrato legami d'affetto nei miei confronti. Le piaceva la mia persona perché la portavo in giro per negozi e alla sera la portavo a letto. Si è dimostrata enormemente istruita teoricamente e praticamente sul Kamasutra del quale voleva, anche da me, l'attuazione. Considerata la mia riluttanza a tale pratica ha considerato gli uomini (uguali a me) retrogradi e non emancipati. Per lei il maschio dovrebbe fare quello che lei pretende, altrimenti non é un uomo. Ci siamo lasciati dopo che, ancora una volta, abbiamo discusso su tale problema. Io l'ho calcolata come una donna da strada. Sbaglio a considerla così? Perché ci sono queste donne che fanno innnamorare gli uomini e poi si dimostrano diversamente se non ottengono quel che vogliono? La ringrazio. Cordialmente. Benedetto

RISPOSTA: Caro signor Benedetto, in giro si trova di tutto e a qualsiasi età. La vedovanza costituisce sicuramente un momento difficilissimo e di smarrimento e il suo lecito desiderio di rimettersi in gioco comporta, purtroppo, i classici rischi cui si va incontro quando si conosce qualcuno e si decide di intraprendere un percorso insieme. Non giudico la signora che non conosco e che ha fatto scelte che forse lei non approva ma che magari son state giustificate da una situazione di grave insoddisfazione di fondo. Nessuno la obbligava a confidarle la presenza di due amanti nella sua vita matrimonale e se l ha fatto forse si aspettava comprensione o la sua complicità. Certo trovo di pessimo gusto frequentare qualcuno e manifestare il rimpianto per qualcun altro. Mi dice che la signora in questione pensava a un altro uomo e questo, suppongo, le sia stato detto da lei: una atteggiamento poco rispettoso verso chi nutre sentimenti sinceri e profondi. Ma se l ha fatto forse voleva manifestarle la scarsa convinzione a continuare una storia insieme. Non sempre le persone riescono a parlare chiaramente. Sono solo supposizioni ma ho davvero pochi elementi per farmi un'idea precisa di quel che questa donna si aspettasse e volesse da lei veramente. Riguardo al desiderio di pratiche sessuali particolari sono personalmente a favore di tutto quel che può essere condiviso, il resto non va accettato. L'unica cosa che mi appare incontrovertibilmente chiara è la divergenza di gusti e obiettivi tra di voi. Divergenza che, data anche la delusione e il rancore che trapelano dalle sue parole , richiede, a mio parere l'accantonamento non solo fisico ma anche mentale ed emotivo di una relazione che non puo' avere un futuro. Si guardi intorno Signor Benedetto, donne serie, intelligenti e interessanti che cercano di ricostruirsi una vita con persone simili a loro ce n'è un'infinità. Le auguro di poterne incontrare una di queste quanto prima.
Un cordiale saluto, Cinzia Mammoliti
www.cinziamammoliti.it

Tags:
donna di stradalettera
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.