I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Coppie di... fato

Violenza fisica e psicologica subita da parte di parenti o partner? Personalità devianti e disturbate con le quali vi relazionate ? Difficoltà a gestire la conflittualità familiare derivante da maltrattamenti ? A darvi una mano su Affaritaliani.it "Coppie di... fato: vittime, crimini e misfatti in famiglia", la rubrica al servizio dei cittadini tenuta dalla dottoressa Cinzia Mammoliti, criminologa, formatrice e autrice del saggio in materia di violenza psicologica "I serial killer dell'anima" (ed. Sonda). Per contattare la nostra specialista e avere consigli e aiuto scrivete a: lettereallacriminologa@affaritaliani.it   

DOMANDA:

Carissima Cinzia, Mi chiamo A.,ho 33 anni e sono sposata da quando ne avevo 18. Mi sono sposata perchè incinta di un uomo con cui stavo da appena un anno. Il mio matrimonio non è stato mai molto felice,sia per i grossi problemi economici e lavorativi di entrambi,e forse perchè non lo sono mai stata io. Nel 2008 conosco un uomo, F., che entra nella mia cerchia di amici estivi. Inizialmente mi sembrava arrogante, mi era antipatico; poi cominciano una serie di sguardi e di suoi atteggiamenti che lasciavano intendere che gli piacessi.Si dimostra amico fin da subito di mio marito, paterno con mia figlia,che allora aveva 8 anni e che a lui si affeziona molto.A settembre iniziamo a sentirci via skype e poi via via sms fino a quando entrambi ci dichiariamo di piacerci.Lui si mostra però spaventato e inizia a prendere verbalmente le distanze facendo della morale riguardo al fatto che io ero sposata e che lui conosceva mio marito, ma non smette di continuare a corteggiarmi e in maniera sempre più assidua. A Novembre poi mi dice "Mi vuoi bene?dimostramelo,vieni da me".Io tra mille incertezze,con la scusa di un week-end prendo mia figlia,senza marito e vado. Una volta lì scatta il primo bacio e il giorno dopo nonostante non fossi proprio convinta,finiamo a letto insieme.Mi stupisco di me stessa in quanto mio marito aveva aspettato un anno per avermi ma lui...lui mi sembrava l'uomo della mia vita...quello per cui avrei lasciato mio marito, mi sembrava proprio che ci fosse qualcosa di speciale fra noi. Dopo quella sera insieme,io riparto, lui mi manda un sms molto carino la sera stessa...e quando torno subito cerca di ricontattarmi, ma io non potevo parlare e lo liquido in fretta. Poi per alcuni giorni sparisce.In ogni caso, a due giorni dal mio rientro, chiedo a mio marito di andare via di casa perchè ho bisogno di riflettere. Quando F. si rifa vivo gli comunico la decisione presa e lui va su tutte le furie...mi dice che sto facendo una cazzata,che sono impulsiva, che tra noi non c era nulla di così importante da giustificare una mia decisione così drastica, che gli piacevo ma non era innamorato e che non sarebbe successo mai più. Si allontana da me e io ritorno con mio marito che intanto non aveva mai smesso di cercarmi. F. All'inizio sembra sparito, poi, dopo un pò di tempo torna e cominciamo una storia clandestina tormentata fatta di addi e riappacificazioni che dura per anni. Lui continua a ripetermi di non essere innamorato ma non può, al tempo stesso fare a meno di me. Io non accetto di non essere amata e cerco a più riprese di interrompere la relazione per mantenere una semplice amicizia. La storia si protrae per anni tra tira e molla fino a che non scopro che lui ha inziato una relazione con un'altra donna per la quale cessa ogni tipo di rapporto con me lasciandomi col cuore spezzato laddove speravo che il tempo potesse appianare un pò le cose e consentirci di trovare un equilibrio nella nostra relazione. Lui cos'è secondo te?Potresti dire che ha dei problemi? Che è un narcisista,un manipolatore,un vampiro energetico?Dove ho sbagliato io? Sono incapace di amare? E'incapace lui? Devo capire, perchè sto troppo male

RISPOSTA
Buongiorno A., per ragioni di spazio ho dovuto tagliare la tua lunghissima mail articolata e complessa. La storia di una passione tormentata. Non so se chiamarla amore nè tantomeno posso rispondere alla tua domanda sulla capacità o meno di amare tua e dell uomo oggetto della tua attuale sofferenza. Ho seguito attentamente quella che è una storia come tante, senza con ciò voler assolutamente sminuire il valore e l'importanza della tua. Perchè ti dico come tante? Perchè sono numerosissime le relazioni che partono sbilanciate e che poi vanno a finire male. Vi conoscete, state insieme e tu lasci un marito del quale non eri mai stata, a tua detta particolarmente innamorata. A volte si cerca qualcuno che possa rappresentare un'occasione e darci la forza per venire via da un precedente rapporto insoddisfacente. F. Si è però molto spaventato per il tuo gesto e si è sentito cadere addosso un carico di responsabilità che non si sentiva pronto ad accollarsi. Inizia quindi un tira e molla motivato non possiamo sapere con certezza da cosa. Posso avanzare ipotesi: relativo interesse,in sicurezze e paure di lui forse determinate da quella che penso lui abbia vissuto come tua instabilità sentimentale di fondo. Forse però l'instabile emotivo e perennemente indeciso è lui. Non lo so A. Non mi sento però di dire che si tratti di un narcisista perverso o di un vampiro energetico. Dalla tua descrizione mi sembra solo un uomo che ha portato avanti una relazione con una donna impegnata che sicuramente gli piaceva ma della quale non era veramente innamorato. La storia non è andata. Succede. Non macerarti in inutili sensi di colpa che servono solo a farti male. Pensa che se fosse stato amore vero, da parte di entrambi, sarebbe sicuramente andata avanti.

Un caro saluto Cinzia Mammoliti
www.cinziamammoliti.it

Tags:
mammolitiamarecoppia
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.