ExpoMania

di Silvia Davite

A- A+
ExpoMania

Nuovo appuntamento con ExpoMania, la rubrica di Affaritaliani che intende raccontare in modo non convenzionale esponenti della classe dirigente locale, nazionale e internazionale, per esporre le idee, gli stili di vita e i progetti concreti a cui lavorano le giovani leve che decidono, agiscono e immaginano il futuro: giovani anagraficamente, di testa, nel ruolo che occupano. Filo conduttore di questi incontri è Expo 2015, perché proprio da Expo2015 parte il riscatto delle comunità a tutti i livelli. Un riscatto economico, sociale, culturale

Per l’undicesimo appuntamento ci trasferiamo a Lecco, provincia molto cara a chi scrive per una serie innumerevoli di ragioni a partire dalla morfologia fisica del territorio, per aver dato i natali al Cardinale Scola, e per aver espresso figure femminili come Antonella Faggi ex Sindaco che forse per prima subì il peggio di una fase politica che oggi deve necessariamente riscattarsi fino in fondo come lei stessa, recentemente nominata segretario della Lega Nord locale, ha avuto. la tenacia di fare.

expomania3

 Questa è Lecco: la tenacia di inerpicarsi fra gli ostacoli e di offrire alla comunità il meglio di sé.

Sul Lago, in una tarda serata di Luglio, incontriamo Franco Balbo 40 anni, sposato con una bimba di due anni. Franco è dirigente della pubblica amministrazione, milanese d’origine si è poi trasferito a Lecco per amore di sua moglie e lì lavora dopo una laurea in sociologia con specializzazione in politiche sociali e sviluppo del territorio conseguita in Bicocca.

“le tre cose che amo di più? Beh la politica, la lettura di saggi e poi … senza dubbio l’INTER!”

Franco la sua origine milanese nella dimensione internazionale non l’abbandona mai, nemmeno nel tempo libero.Ancora sociologia. Ma è così centrale quel percorso formativo nella vita d’oggi?

“ diciamo che come ogni cosa ci sono pregi e difetti … la sociologia e i percorsi formativi ad essa connessi nascono su impulso del ’68 e di fatto analizza le relazioni tra persona e contesto con riguardo ad aspetti sociali e culturali perché è fuor di dubbio che ciascuno di noi è il prodotto della propria natura e del contesto in cui vive: anche l’ingegnere che realizza un ponte oggi più che mai ha necessità di indagare le relazioni umane attorno a quel progetto e le conformazioni del territorio”.

Si certo è uno degli aspetti per cui ExpoMania è convinta della necessità di rilanciare una stagione di rinnovato Umanesimo. Ma Lei, sociologo che fa politica, quale contributo pensa di poter apportare?

“Il tentativo di sconfiggere la politica come idea preconfezionata, che appare quasi come un’ideologia e l’altro come uno straniero. Ecco io spero di contribuire a rompere definitivamente questo aspetto. Lo dico da uno, che nel mio piccolo, rappresenta ancora oggi uno tra i più dissidenti del PD”.

Franco fu dentro il PD responsabile dell’area Marino a Lecco, poi organizzò con Civati “Italia Prossima Fermata a Lecco” ed oggi sostiene Matteo Renzi. Certamente un dissidente per l’impostazione tradizionale del PD ma Lei è davvero convinto che la tradizione sia oggi meno capace di leggere la realtà di quanto possano fare i dissidenti?

“ Messa così è una domanda sbagliata … Innovazione e tradizione devono trovare la sintesi giusta per leggere una fase che è senza dubbio in trasformazione ma ancora non ne conosciamo l’esito. Un esempio? Dopo le primarie il 70% dei parlamentari PD è nuovo ma questo non significa per forza di cosa che tutti siano meritevoli del ruolo che hanno ottenuto! Il merito è certo consenso ma anche sacrificio, preparazione e intelligenza e poi sapere che abbiamo tante risorse importanti sprecate in luoghi e ruoli sbagliati. Ecco sul merito non esiste la distinzione DESTRA/SINISTRA ed è su questo che occorre costruire un PATTO comune a tutte le forze politiche, economiche, culturali e sociali del Paese, quello per il rinnovo della classe dirigente”

 

expomania2

E’ esattamente l’obiettivo del Presidente Napolitano ci pare ed ExpoMania nasce anche da questa stessa convinzione. Ma se questo è un terreno vero per le larghe intese, qual è oggi la distinzione Destra/Sinistra?

“ Per me la differenza riguarda 3 aspetti: è SINISTRA leggere la realtà dalla parte del cittadino/consumatore e riuscire così a realizzare un equilibrio sociale più adeguato; è SINISTRA affrontare finalmente il tema della promozione sociale intesa come vera mobilità sociale ed è SINISTRA porre con forza la questione femminile che non può essere lasciata solo alle donne e concepita come un semplice contentino per liberarle dal lavoro di cura”

Bene, faccia un esempio concreto. “Per anni abbiamo pensato e sperato che lo sviluppo tecnologico potesse rappresentare la sconfitta di una logica puramente mercantile delle dinamiche umane, che potesse liberale l’uomo da questa dipendenza e concedergli più tempo per sé, per la propria famiglia e per le cose che ama … ebbene fin ora non è stato così! E alla fine questo produce negatività pure sull’economia stessa: viviamo la crisi del consumo e certo per impoverimento ma anche perché non siamo riusciti a realizzare un più adeguato equilibrio tra accumulo e redistribuzione ricchezze, lavoro e tempo libero. Conclusione? Se puntiamo sui servizi ma di quei servizi in pochi possono goderne che beneficio complessivo abbiamo generato?

Come vede Expo2015 in questo contesto? “Come l’occasione per il nostro territorio di trasformare la propria economia ed agganciare una ripresa che ripaghi i cittadini dei sacrifici fatti”

Come? spieghi meglio … “Le faccio un esempio: Lecco deve capire che oggi la sua vocazione deve essere quella di città turistica. Expo riesce se alla fine dell’evento un obiettivo come questo viene realizzato! Se capiamo tutti che chi viene alla manifestazione ha anche piacere a trascorrere qualche ora sul Lago. E allora Expo lascerà un ricordo positivo in chi arriva da fuori e produrrà benefici al territorio: migliorare la rete dei trasporti, una regia più solida nella comunicazione e nel marketing territoriale, più sicurezza nello sponsorizzarci agli occhi del mondo”.

 

expomania1

Se avesse il ruolo per decidere su Expo2015 cosa farebbe?  “ne cambierei il paradigma che storicamente ha avuto la manifestazione: no all’essenza celebrativa dei concetti di progresso crescita sviluppo, si all’immagine di un Expo che racconta un rapporto felice tra uomo e natura. Per questo deciderei durante la manifestazione la gratuità totale della mobilità e del trasporto pubblico. Allo stesso tempo imposterei la comunicazione con più dirette che raccontino i momenti decisionali veri e i fatti che quei momenti producono effettivamente”

I tre progetti che Lei ha realizzato e di cui va orgoglioso? “ L’essere riuscito a fare un anno di servizio civile all’ARCI e alla CGIL che mi ha arricchito molto, l’aver organizzato con Civati e Renzi l’evento Italia Prossima Fermata Lecco e l’aver raggiunto gli obiettivi aziendali durante il mio primo lavoro quando fui capace di costruire il giusto spirito di squadra che ci permise di ottenere i risultati richiesti.” 

Tags:
expomania
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.