ExpoMania

di Silvia Davite

A- A+
ExpoMania

Finite le vacanze, per chi ci è andato, riprende l’appuntamento settimanale con ExpoMania, la rubrica di Affaritaliani che intende raccontare in modo non convenzionale esponenti della classe dirigente locale, nazionale e internazionale, per esporre le idee, gli stili di vita e i progetti concreti a cui lavorano le giovani leve che decidono, agiscono e immaginano il futuro: giovani anagraficamente, di testa, nel ruolo che occupano. Filo conduttore di questi incontri è Expo 2015, perché proprio da Expo2015 parte il riscatto delle comunità a tutti i livelli. Un riscatto economico, sociale, culturale.

francesco Scavone 3

Per il dodicesimo appuntamento ci trasferiamo in Basilicata, a Potenza dove incontriamo un grandissimo amico perché tale è e lo è proprio per la stessa ragione per cui oggi lo intervistiamo: la sua capacità di praticare futuro.

Francesco Scavone, 19 anni di Potenza è il Responsabile dei giovani dello staff della comunicazione politica di Pierferdinando Casini, la prima volta lo incontrammo su Twitter e dopo poco venne normale scrivere “Pierferdinando come questo ragazzo a non essere nel tuo staff?”, risposero dall’UDC “infatti è nello staff di Casini”, ricordo che abbiamo riso molto a causa della mia presunzione, sebbene nessuno mi levi dalla testa che il merito della selezione e scelta di Francesco non sia di Casini ma di Roberto Rao.

Questo è assolutamente vero, Roberto Rao segue tutti i giovani da vicino, non ci abbandona mai, ha un’ innata capacità di fare squadra e non si abbatte mai, per quanto mi riguarda ha tutte le caratteristiche del leader che serve nei prossimi anni”

Francesco Scavone, diploma di maturità classica appena conseguito, ama la lettura e possiede un fortissimo gusto per gli altri, è sul punto di trasferirsi a Roma per affrontare i test d’ingresso all’Università …

“La mia più grande passione è la politica e sì spero di poter contribuire al riscatto del mio Paese e lo dico con orgoglio perché bisogna smetterla con quest’idea viziata della politica … La politica come ogni è cosa è fatta dall’intelligenza, dai valori e dalle pratiche delle persone, non è altra cosa dalla società, sempre un’organizzazione sociale fatta da uomini e donne è, certo con le sue dinamiche e specificità, ma evitiamo di prenderci in giro … la politica siamo ciascuno di noi”

Dicono tutti che l’UDC è il simbolo della vecchia politica, che cosa spinge un giovane ad aderirvi?

“Avevo 14 anni nel 2008 ed assistevo ai dibattiti in TV tra Veltroni e Berlusconi, ricordo che mi chiesi perché tutto dovesse essere bianco o nero, perché dovessi esser costretto a scegliere tra A e B, mi stavano stretti entrambi, c’erano cose giuste da ambo le parti ma anche cose che non condividevo … e non solo sul piano ideologico, anche e soprattutto sul modo di fare: entrambi non mi conquistarono. Poi sentii Casini che diceva già allora basta scontri, conflitti e ideologie politiche od economiche che fossero, costruiamo l’Italia matura, responsabile e concreta … può sembrare minimalismo, ma in fondo questa è la vera Rivoluzione di cui abbiamo bisogno”

Francesco Scavone

 

 

Si d’accordo ma l’autocritica di Casini dopo le elezioni politiche “abbiamo pensato che contasse più un’assessore che uomini liberi nel territorio” è una contraddizione con quello che l’UDC continua a fare, scusa se te lo dico, ma sembra di aver ancora a che fare con un dirigente della prima repubblica dico che voglio una cosa e poi faccio il contrario …

“Non sono d’accordo! Casini diceva dal 2008 alcune cose, aveva visto giusto e ha finito col raggiungerle indipendentemente dal consenso elettorale dell’UDC, che poi ci siano stati degli errori è fuor di dubbio ma la linea Casini si è attuata: prima con Monti e poi con il governo delle Larghe Intese. E se nei gruppi parlamentari ammettessero che gli errori sono stati fatti da tutti, faremmo un passo avanti”.

Quanto al Governo Larghe Intese sembra più la contrattazione al mercato delle vacche che altro. Diciamo le cose come stanno Francesco, l’azione riformista viene percepita solo perché c’è il Premier che ci mette la faccia e il Presidente della Repubblica a cui gli italiani, anche quelli che lo criticano, riconoscono nei fatti un coraggio che nessuno sin ora ha dimostrato o no?

“Se il Paese non è come la Grecia e ha ancora speranze di ripresa lo si deve essenzialmente alla maturità degli italiani e alla generosità politica di Casini … c’è bisogno di qualcuno che faccia le scelte giuste anche contro il proprio interesse, l’UDC ha pagato un prezzo salatissimo è vero, il dibattito interno è stato pure franco e netto ma se si prescinde per un attimo dalla nostra piccola parte e si guarda il tutto, il Paese, con le sue contraddizioni, è incanalato sulla via giusta … certo poi se il governo delle Larghe Intese è solo forma, beh io dico che qualcosa va cambiata”.

Che cosa?

“PD e PDL che decidono di mettere da parte IMU e non intervengo per abbassare le tasse sul lavoro e tagliare la spesa pubblica dimostrano solo una cosa: non hanno alcun rispetto per i sacrifici degli italiani!!! E i sacrifici sono solo quelli di imprenditori, pensionati e lavoratori, fino ad oggi … ha ragione Mario Monti quando parla di contratto di governo, bisogna essenzialmente rinsaldare la rotta programmatica culturale. L’abolizione dell’IMU così com’è e solo un ricatto elettorale e nessuno mi venga a dire che trattasi di un provvedimento che farà ripartire l’economia perché è un palliativo inutile per famiglie, crescita e sviluppo.

Tu che cosa faresti?

tagli alla spesa improduttiva, riforma del sistema delle agevolazioni fiscali e basta assistenzialismo a partire dal sud ma non solo. Se non interveniamo su questi 3 aspetti dimostriamo una visione ceca e mandiamo in frantumi i sacrifici fatti sin ora oltre ai sogni di riscatto. In Basilicata abbiamo più di 1.000 dipendenti pubblici su una popolazione di 600.000 abitanti.”

Ok ma in crisi economica mica puoi ampliare la fascia di persone disoccupate?

mi interessa che non nascondiamo la testa nella sabbia come gli struzzi”

E di Expo2015 che mi dici?

“ Expo??? che cos’è??? Un nuovo piatto della nouvelle cuisine??? Expo io non lo vivo. Un giovane lucano non può pensare di avere un’opportunità da Expo, questa è oggi purtroppo la verità”

C’è una soluzione per te?

Comunicare meglio che il nostro Paese oggi è interessante, dobbiamo far arrivare giovani da tutto il mondo perché è vero che oggi siamo interessanti ma nessuno lo capisce fuori e far di Expo una vetrina localistica è il peggiore errore che possiamo commettere. Informazione e Comunicazione di massa sono assenti”

Quindi?

impulso e priorità ad agenda digitale e rete ferroviaria altrimenti non solo ad Expo non ci arriva nessuno, ma pure dal sud dovremo sempre immigrare con buona pace di chi si scandalizza per i processi di immigrazione ben più seri. La mia terra io l’amo tanto quanto chi sta a Varese o a Tunisi ma se tra Potenza e Matera non ci sono ferrovie come faccio a creare impresa qui? Come faccio a costruire il riscatto della mia terra? Non è che posso costruirla con le mie mani usando i pezzetti del Lego o no?

Ottima Idee Francesco, speriamo che Ministero, Expo ed Europa leggano per bene.

Le tre cose di cui vai più orgoglioso?

L’aver conseguito il diploma di maturità classica, aver iniziato a collaborare con un leader come Casini e l’aver deciso con il un gruppo di amici a Potenza di impegnarmi per la raccolta dei referendum radicali.

Ognuno ha la sua idea sui singoli quesiti ma quel che ci interessa da cittadini di diverse appartenenze politiche è informare su questa campagna, anche se resto dell’idea che i referendum debbano essere propositivi e non abrogativi.

Meglio integrare che distruggere.”

Tags:
expomania
in evidenza
Affari a maggio fa +10%. Distanziati Il Post, TPI, AGI e GQ

Comscore

Affari a maggio fa +10%. Distanziati Il Post, TPI, AGI e GQ

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica

Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.