ExpoMania

di Silvia Davite

A- A+
ExpoMania

Il nono appuntamento di  ExpoMania torna a Milano e stavolta si addentra a gamba tesa nei quartieri popolari milanesi.

Incontriamo Pavel Ah Crew a Quarto Oggiaro nel verde del Parco Lessona “in realtà qui non è più Quarto Oggiaro Silvia… per me come per moltissimi che abitano nelle case popolari qui, proprio il muro di cinta di questo parco divide quarto oggiaro vera da quello che nei fatti è un quartiere ben distinto per composizione sociale, problematiche e opportunità” Un muro di frontiera Pavel? “ esatto”. Sarà forse anche per questo che a tutti noi all’epoca (ndr nel 2010 quando venne pubblicato il primo manifesto) piacque il titolo che ci diedero Gianni Santucci e l’intera redazione de il Corriere della Sera GIOVANI DI FRONTIERA, già perché Pavel fu uno dei 111 firmatari di quel manifesto e uno dei promotori del network informale dei giovani dei quartieri popolari milanesi e lombardi.

EXPOMANIAPavel

 “E’ grazie al Prete della Parrocchia S. Agnese che abbiamo potuto cominciare a crearci esperienza: ci diede i muri interni degli spazi della comunità quando ancora nessuno faceva lo sforzo di capire. Nel parco siamo cresciuti e qui continuiamo a stare… altri luoghi? In quartiere non ce n’è e comunque alla fine a parte quando qualche amico organizza una festa da qualche parte, preferiamo stare qui. Ci divertiamo più tra noi.”

Ascoltando Pavel ci viene in mente il congresso dei giovani padani di settimane scorsa e riusciamo a cogliere benissimo l’insegnamento che Giancarlo Giorgetti ha voluto lasciare loro “ … è vostro compito non stare solo su internet ma farvi carico dei problemi dei giovani, frequentare i luoghi di aggregazione che per me era il bar, ma oggi sono le scuole, le università, il territorio e lì portare i sogni che insieme si possono realizzare…”. Ah Crew è il nome del gruppo di writers “Pavel è il mio di nome, anche io volevo un nome e scelsi questo che non è altro che il nome del primo bacio ad una ragazza polacca”.

Pavel ha 25 anni è dipendente di un’azienda pubblica. Gli altri del gruppo o studiano o hanno da poco messo in piedi un’attività artigianale con le proprie forze.

Come Giovani di Frontiera la prima proposta che formulammo al Comune di Milano (tanto alla Giunta Moratti che a quella Pisapia), all’Aler e alla Regione Lombardia passata e presente gestione fu quella di assegnare i numerosi spazi pubblici in comodato d’uso gratuito a commercianti e artigiani che assumessero giovani dei quartieri. Nessuno si è mai interessato della cosa, lo fecero solo l’allora Assessore Carlo Masseroli e l’allora consigliera comunale Carmela Rozza ma il progetto non è mai andato in porto definitivamente. Si vede che è un’idea talmente semplice da realizzare che occorra per forza renderla volutamente complicata.

Come si diventa writer Pavel? “lo si diventa se si è innamorati del colore. A me piace moltissimo per esempio osservare con quali colori si vestono le persone, non emetto giudizi, le osservo e basta. Poi ci sono diversi modi di essere writer … io fui per un po’ di tempo appassionato delle tag: mi piaceva vedere uno spazio occupato con il mio nome … poi col tempo ho capito non piacque essere considerato un vandalo e abbandonai la cosa. I miei amici invece di tag non ne hanno mai fatte sono degli artisti veri propri e sono andati migliorando sul lettering e sul figurativo… c’è chi è di indole astrattista, chi è figurativo nel senso che con le bombolette riesce esattamente a realizzare come se avesse delle matite colorate. Io invece non mi sono mai sentito in grado di realizzare quel che fanno loro … bisogna anche essere consapevoli dei propri limiti”

Dove realizzate le vostre opere?  “Primo mai in Zona 1 perché lì puoi realizzare l’opera più bella ma tanto tutti ti considereranno un vandalo. Secondo noi cerchiamo di stare nelle regole per cui proviamo ad avere spazi o opportunità perché qualcuno ce li concede. Terzo se proprio non troviamo nessuno, allora cerchiamo dei muri che non diano fastidio a nessuno anche se in questo modo ci precludiamo visibilità … ma meglio così che dover passare per delinquenti che non siamo come l’ultima Legge approvata a Roma ci qualifica”

EXPOMANIA2

Ok Pavel capisco benissimo, eppure il problema del vandalismo e della tag selvaggia esiste … “ certo che esiste! Il problema è che nel writing non c’è più cultura, formazione ed educazione … questa è la responsabilità di chi lo pratica e conosce bene il valore artistico; dall’altra parte c’è la difficoltà ad avere sostegno in questo percorso di affrancamento dal vandalismo”

Cosa intendi Pavel puoi spiegarci meglio? “ quando io ho cominciato a 14 anni c’era l’esempio di Atomo Tinelli che trasmetteva cultura, faceva formazione e costruiva affrancamento dell’arte dal vandalismo. Oppure Gatto Nero che ha avuto un’evoluzione come pittore grazie al writing, o Rea Martini o Kay One… ma insomma quello che voglio dire è che sono tutti interessati molto a reprimere senza distinzioni e quindi senza alleati in una battaglia contro il vandalismo; e non sono per nulla interessati a distinguere l’arte dal nero, a valorizzare il colore in modo che lo stesso possa attrarre la gran parte del nero trasformandola in positività. E’ bella l’arte, non il nero”

Certo, è chiarissimo … chiamasi riscatto anche questo, Pavel eppure la Giunta Pisapia mi pare stia organizzando un appuntamento per il 20/9 a San Siro o sbaglio? “Silvia il punto non è un evento per pur bello e utile che sia! Il modello in questo deve essere l’Europa e Amsterdam in particolare! Ti ricordi quando siamo stati da Boeri come Giovani di Frontiera? Gli abbiamo presentato un progetto costante, a lui è piaciuto anche a parole ma poi o lui o lo staff han bloccato e non se n’è fatto nulla. E così fu anche durante le primarie per lui e con altri assessori della Giunta Pisapia … alla fine abbiam avuto più spazio con Pillitteri e De Corato anche se potevamo fare di meglio anche allora!”

Tu che cosa faresti se fossi Assessore alla Cultura in una città che si appresta ad Expo? “Io??? Porterei l’arte dei quartieri popolari a La Scala e le mostre del Museo del ‘900 in periferia e viceversa. Farei entrambe le cose. Tra l’altro è possibile senza aggravio per la casse pubbliche. Ti ricordi il nostro progetto? Era praticamente a costo zero.” A costo Zero… è lo slogano dell’altro Boeri, Tito. Comunque Sì certo Pavel che me lo ricordo ma mica desistiamo!!! Al contrario andiamo avanti.

E di Expo che ci dici? “io non ho ancora capito a che cosa serva, salvo il fatto che pochi già ricchi diventeranno ancora più ricchi.” Per te che cosa dovrebbe essere? “Hai presente la canzone di Ligabue il centro del mondo? Ecco. Tuttavia io qui da Quarto Oggiaro la luce a Milano  la vedo ancora spenta, anche se le bandiere di Expo stanno bene … ma insomma mi pare un po’ poco.”

Un tuo progetto per Expo? "colorare la Fiera di Rho.Colorarla con l’arte e con eventi già ora in attesa della manifestazione. E’ un peccato lasciarla disabitata quando non ci sono fiere, cioè la stragrande maggioranza dell’anno.”

Le tre cose che ami di più? “scrivere, girare per Milano a piedi con la musica nelle cuffie e il risotto allo zafferano con la scamorza e lo speck”

Un progetto che hai realizzato? “realizzare murales insieme ai miei amici e ad un gruppo di ragazzi che abbiamo conosciuto in una comunità per disabili. Lì siamo stati tutti Giovani Di Frontiera e per un giorno la frontiera non è più esistita” .

Tags:
expomania
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Heidi Klum in barca senza reggiseno. Diletta Leotta da sogno in vacanza. E poi..

Heidi Klum in barca senza reggiseno. Diletta Leotta da sogno in vacanza. E poi..


casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.