FaceScoop

di Fabio Frabetti

A- A+
FaceScoop

di Fabio Frabetti

Lo stallo istituzionale, i nuovi saggi, i nuovi scenari della politica. Facebook continua a pullulare di retroscena e di anticipazioni. Vediamo le più importanti.

ALLUCINAZIONI

facescoop 080413 1

Il partito del non voto a quanto pare è molto più ampio di quello che si pensi. Altro che 25%. In sostanza abbraccia quasi la totalità degli italiani. Il popolo è stato avvolto da uno psicodramma collettivo in cui si è convinto di essere andato a votare. Ma in realtà il concetto di non voto va inteso in senso lato: non si è proprio votato. E come tutti i paranoici, i cittadini stanno negando l'evidenza. Vedete per caso un governo entrato in carica? È talmente evidente che sorprende vedere ancora in giro gente parlare di elezioni, cambiamento, voto di protesta. Eppure l'italiano lo trovi per strada e comincia a imprecare: “Voi che avete votato Grillo, ora sarete contenti, cosa pensavate di fare...?”. Oppure se la prende con chi avrebbe votato ancora Berlusconi ricordando una campagna elettorale che non c'è mai stata. Si agita, mormora, suda. Su un fatto mai avvenuto. In quale paese al mondo un popolo sarebbe andato a votare per poi ritrovarsi lo stesso presidente del consiglio di prima che non solo non era stato mai scelto ma che poi a sua volta si sarebbe presentato come candidato premier alle elezioni. Come si fa a credere a tutto questo?

RITORNO AL FUTURO

facescoop 080413 2


Mario Monti, per questo inatteso sequel, ha deciso di darsi alla sobrietà. Basta giacca e cravatta, via le auto blu. Camicia sbracciata e motorino sembrano un modo più consono per presentarsi agli italiani e dunque prelevare direttamente alla fonte. Anche perché se prima erano piuttosto dubbiosi e timorosi se nelle vicinanze c'era il buon Mario adesso pensando di aver votato un nuovo governo sono convinti di aver voltato pagina. E si rilassano. Così magari ritornano a mettere qualche soldino in banca (se ce l'hanno, sia il soldino che la banca), a permettersi quel Suv con cui andare a prendere il proprio bambino all'asilo, a fare un po' di vida loca in qualche bel paradiso. Ed è proprio in quel momento, culmine dell'italica goduria, che arriva lesto Monti e la sua squadra. Prima di arrivare ai prelievi in banca modello Cipro, si tenta di seguire la già battuta strada partenopea di un più salutare scippo in motorino. Anche perché ci si guadagna anche la borsa. Su questo l'Europa è stata un po' incerta, per un'ingiusta accusa di aiuti di stato, ma poi ha ceduto. Per il momento ci si concentra su borse e marsupi. Ma nel mirino finiranno presto Smartphone, tablet. Il canone Rai si pagherà anche in movimento: la propria ombra, con una interpretazione estensiva della legge, sarà considerata alla stregua di un apparecchio atto a ricevere trasmissioni a distanza.

UPGRADE

facescoop 080413 3

Grillo e Casaleggio sono molto preoccupati. Il microchip di cui sono dotati i nuovi parlamentari a 5 stelle non funziona come si aspettavano. I cosiddetti frondisti vogliono trattare in ogni modo con il Pd e le convocazioni in località segrete non bastano più al vertice del movimento per poter scongiurare questo rischio. Il sistema operativo dei grillini è già andato in crash diverse volte e sono già state distribuite ben sette versioni diverse per correggere errori e bugs vari. Per questo a volte si sono visti piombare in un sonno quantico alcuni deputati e senatori: l'aggiornamento avviene infatti singolarmente per evitare la paralisi dei lavori parlamentari. Nell'ultima versione sparisce il tasto “non disturbare”, si introduce la possibilità di telecomandare a distanza lo schiacciamento dei bottoni del voto (i pianisti vecchio stampo non hanno ormai futuro), un allarme scatterà ogni qualvolta un qualsiasi deputato si avvicini alla zona degli eletti del Pd, mentre per il passatempo c'è un Ruzzle riveduto e corretto: ogni grillino dovrà leggere le offese più divertenti che il popolo della rete penserà ogni giorno su un tema lanciato dallo stesso Grillo. Con la funzione “ritrova il mio deputato” dalla web tv La Cosa si potrà in ogni momento collegarsi con lui e ricordargli che è un “nostro dipendente”.

CONSULTAZIONI APERTE

facescoop 080413 4


Pierluigi Bersani non è molto interessato ai saggi e continua a lavorare per il bene del paese. Ecco perché non ha ancora esaurito la fase delle sue consultazioni. Si dice convinto di poter così finalmente raggiungere una sintesi da ogni posizione. Dopo Saviano e Don Ciotti, Bersani è salito su un autobus dell'Atac a Roma consultandosi con l'autista, l'obliteratrice e uno zingaro che chiedeva l'elemosina. Nel pomeriggio ha alzato il telefono ed ha chiamato Pippo Inzaghi e Fabrizio Ravanelli, due figure a suo giudizio dalle quali non si poteva evitare di passare per la formazione del nuovo governo. Il lavoro non si abbandona nemmeno di sera: ecco allora un'altra telefonata alla Sora Cesira prima di un viaggio notturno per le consultazioni nel mondo dell'economia sommersa sui viali e marciapiedi: li sarebbero maturati dei nomi di rottura per la squadra di governo da presentare finalmente al capo dello Stato. La telefonata più importante dovrebbe avvenire nei prossimi giorni: Matteo Renzi si consulterà molto volentieri con lui.

DEFINIZIONI

facescoop 080413 5


L'Italia comunque non è un treno impazzito senza guidatore. Qualcuno a muovere le fila c'è. E vuole che il suo popolo sia sempre più consapevole e via con realismo questi tempi così inafferrabili. Così per non perdere il contatto con la realtà è stata lanciata una nuova rivista di passatempo: La settimana squadrista. Con apposite definizioni si inculca piano piano nell'italiano medio il dramma della situazione prospettandogli in modo dolce quello che avverrà a breve. Senza fargli intuire tutto insieme che lo stanno fregando di nuovo: non ci sarà nessun cambiamento, nessun nuovo che avanza, nessuna prospettiva. Le vignette saranno via via piuttosto esplicite  ma molto si gioca sulle definizioni. L'italiano scervellandosi sulle risposte predisporrà la sua mente ai nuovi scenari: “Sarà prelevato come a Cipro”, “ti pignora tutto ma è comunque equa”,  “va a votare ma non conta”, “non sarà mai di cittadinanza”, “si starà meglio quando si starà peggio” , “la chiameranno piattaforma programmatica” e via dicendo. Ma certamente la più realistica è la profetica definizione geografica sul mare più prossimo all'Italia.

Tags:
facescoopelezioni
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.