Libera Repubblica Salentina

a cura di Salvatore Passaro

A- A+
Libera Repubblica Salentina


 

salvatore passaroSalvatore Passaro

Pensavano ad una gita nel golfo, una nursery per i cuccioli ed invece si ritrovarono con le orecchie sventrate dai sonar delle navi trivellatrici. Si diressero quindi verso le Tremiti, videro delle sagome a loro somiglianti adagiate sul fondo e stordite pensarono ad alcuni di loro assorti sul fondale.
Si accorsero troppo tardi che invece erano navi, piene di fusti gialli.
Si spiaggiarono esausti davanti a Manfredonia cercando aria.
Li ritrovarono uno accanto all’altro e dissero che avevano mangiato sacchetti di plastica.
(scambiandoli per zucchero filato).
Capodogli.

Governatore Vendola per favore una domanda: è vero che le trivellazioni stanno continuando nel golfo di taranto?
E’ vero che esistono navi tossiche affondate al largo delle nostre coste?
E’ vero che esiste un consorzio di aziende internazionali pronte a sbancare le spiagge  e gli uliveti da melendugno fino a brindisi ?

capodoglio spiaggiatogdf 4

Quando Gianni Lannes ne parlò in pubblico vidi alzarsi l’invidia in un mormorio pericoloso: ‘ma la cosa è più complessa, ci sono posti di lavoro, la gente deve mangiare'.
E poi, poi arrivò il sospetto.
Decisi di affratellarmi silenziosamente a questo giornalista coraggioso. E di fare anche io da semina. Anche Papa Giro è mio fratello, è giovane e combatte nelle campagne di Grottaglie.
La sua masseria è sana ed onesta e quindi è obbligata a ricevere in media 6/7 visite al giorno: polizia, finanza, carabinieri, vigili del fuoco, vigili urbani, forestale, polizia provinciale, Asl.
Tutti con le mani piene di sacchetti di plastica. Arrivano, fanno la spesa, salutano e se ne vanno.Tengono famiglia. Stessa ragione per cui non vanno mai dalle aziende disoneste. Hanno famiglia.
 

Albano

Per questo ha ragione Albano quando dice che è difficile investire qui.
Ma per un uomo che è nato e cresciuto qui non esiste altra terra all’infuori di questa
Non ha senso dire di non poter investire, sarebbe come spiaggiarsi davanti al futuro.
Perciò ha ragione anche lady Melpignano quando dice che invece bisogna farlo: ha preso una costa abbandonata a Savelletri ed ha attirato la migliore ricchezza del mondo a spendere qui. Quei due bene farebbero a darsi una mano invece. Come farebbero due capodogli alla ricerca del paradiso.
E’ tempo di una nuova fratellanza per questa terra giovane che un giorno potrà essere grande e senza paura.
Perchè l’invidia divide: tutto per il denaro, tutto per apparire uno meglio dell’altro, più ricco.
Poi nello stesso meccanismo arrivano le bombe fatte a casa.
Ma il nemico non è il nostro compaesano o peggio i nostri figli:
Governatore Vendola, ha per caso capito come mai VenetoBanca si è mangiato il Banco di Alberobello e della Valle d’itria senza metter un euro?
No?

Capodoglio

La mattina del 24 gennaio di 100 anni fa’  una gelata aveva distrutto tutto.
I nostri nonni si chiusero in chiesa a pregare: la Madonna fece il miracolo.
E replicò nel ’44: con il suo manto azzurro nascose le terre confondendole con il mare. I bombardieri americani non trovarono dove sganciare le bombe.

Mistica e miracolo, fratellanza e natura. Salento.
Pianure verdi immerse nel silenzio, littorine, spazi oceanici davanti a Gallipoli .
Corteggiata dal mare, nutrita dal sole, amata dal vento.
E aria, aria, aria:
nu cuerpo a lu tampagno e n’atro cuerpo alla patella…

Tags:
salentovaranocapodoglilannesmelpignanoalbanovendola
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.