A- A+
Lingua lunga
Migranti, Milano cuore grande ma... a termine. Il commento
Stazione Centrale: i volontari tra i profughi (foto: affaritaliani.it)

Cuore grande quello di Milano. Prima tutti per strada a ripulire le brutture dei no expo, poi tutti in Centrale col sindaco e le merendine, a sfamare i poveri migranti. Cuore grande, ma a termine. Ora, dopo il bagno di generosità, tutti, a partire dal Pisapia, hanno capito: il problema non si risolverà con un pacco di pasta. E allora sarà meglio collocare i migranti altrove. Lontano dagli sguardi pietosi. Milano col cuore in mano, già.  Ma i milanesi cominciano a chiedersi cosa occorre fare per risolvere davvero il problema. E le parole dei soliti nemici, che gridano: “aiutiamoli a casa loro, campi di raccolta in Libia”, sembrano meno lontane.

Tags:
migrantiprofughistazione centralegiuliano pisapia
in evidenza
"Le intercettazioni sono una forma di sputtanamento, i cinesi sono più liberali di noi". Il graffio della Chirico

Guarda il video

"Le intercettazioni sono una forma di sputtanamento, i cinesi sono più liberali di noi". Il graffio della Chirico


in vetrina
Formazione continua e lavoro, come superare il mismatch: la visione di Fondo For.Te

Formazione continua e lavoro, come superare il mismatch: la visione di Fondo For.Te


motori
Il pick-up Volkswagen Amarock cresce in dimensioni e sicurezza

Il pick-up Volkswagen Amarock cresce in dimensioni e sicurezza

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.