A- A+
Lingua lunga
Petrini e Caritas, il diavolo e l'acqua santa a braccetto (contro Expo)

Carlin Petrini e la Caritas, Il diavolo e l’acqua santa per una volta sono d’accordo: Expo ha tradito le aspettative. Le loro naturalmente, perché i paesi ospiti e l'esercito dei visitatori sono strasoddisfatti del grande luna park planetario, aperto (forse) fino a notte fonda. Petrini critica la logica commerciale (qualcuno direbbe imperialista) da multinazionali, che soffoca i giovani e piccoli contadini, sempre più in difficoltà soprattutto nei paesi poveri. La Caritas giudica la Carta di Milano una enunciazione di principi troppo distanti dalla gente comune. E con più di 800 milioni di persone affamate non basta una parata alle Nazioni unite. Occorre un impegno concreto degli Stati a partire dall’Europa. Altrimenti restano parole scritte sulla sabbia.

Tags:
carlo petrinicaritasexpo
in evidenza
Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

"E' il mio corpo, la mia scelta"

Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories

Scatti d'Affari
EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories


casa, immobiliare
motori
Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech

Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.