A- A+
Lingua lunga
Sacrificare Milano per salvare Expo. Il commento

Il grido di dolore dei ristoratori milanesi si è schiantato contro un muro, quello di Expo. Sperando di salvare l’estate, avevano denunciato la concorrenza sleale della Esposizione, col recinto aperto fino a notte e l’incapacità del Comune nel realizzare eventi in grado di attirare i turisti. Risultato: sportellate da tutti. Il Comune accusa gli albergatori di doping e i ristoratori di piangersi addosso. In compenso Expo, dopo aver prolungato gli orari la sera, consentito l’ingresso gratis a chi utilizza i parcheggi (deserti), ora ha deciso di spalancare le porte ai pensionati. Ingresso gratis per gli ultra sessantenni e biglietto del treno dimezzato. Per gli esercenti milanesi è una Waterloo. E poi troppa generosità alimenta i dubbi. Vuoi vedere che Expo ha sbagliato i conti e per avvicinarsi ai 24 milioni di visitatori messi a bilancio dovrà regalare il biglietto d’ingresso anche ai migranti di passaggio alla stazione Centrale!

Tags:
expo
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.