A- A+
Lingua lunga
Sindaco di Milano, non si trova un cavallo di razza

 

La verità che nessuno racconta, è che, ad oggi, non si trova un cavallo di razza per fare il candidato sindaco di Milano.

Tante grane, nessun appoggio da Roma, stipendio al ribasso rispetto alle immani responsabilità. E’ questa la prospettiva di chi avrà l'incombenza di sedersi a Palazzo Marino, la prossima primavera. Pisapia, è giusto riconoscerglielo, è forse l’ultimo sindaco che, passeggiando per strada, sia riuscito ancora a farsi applaudire dai milanesi.

Ma il suo bilancio è deludente, forse non solo per causa sua. I cavalli in corsa oggi, a sinistra come a destra, non sono certo dei purosangue. Per amor di patria non ne facciamo l'esangue elenco. Ma Milano, con questi nomi, rischia la deriva.

Tags:
sindaco di milanocavallo di razzacandidato
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense

DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.