A- A+
Lingua lunga
Trasporto pubblico e sicurezza: machete punta dell'iceberg. Commento

Sindacati e Regione hanno preso una decisione coraggiosa: aprire un Osservatorio sui fenomeni violenti che coinvolgono sempre più spesso la rete del trasporto pubblico locale. Non c’è solo il capotreno Trenord preso a colpi di machete dai “latinos”, ci sono anche centinai di aggressioni ai passeggeri, al personale e un clima di paura, in particolare dopo il tramonto, che coinvolge anche le stazioni del Passante ferroviario. Ora spetta alla Regione riunire tutte le aziende che gestiscono la mobilità, per fare una fotografia in tempo reale, giorno per giorno, di ciò che accade su treni e bus ma anche nelle stazioni. Infatti, solo con una diagnosi seria di ciò che accade, sarà possibile presentare il conto al prefetto per decidere cosa fare e quanti uomini (poliziotti o militari che siano) mettere in campo.

Tags:
trasporto pubblico localeosservatorio sicurezzaprefettotrenord
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.