Mutuo soccorso

di Edoardo Merenda

A- A+
Mutuo soccorso

 

Il mercato dei mutui ai privati e famiglie sarà di 20 miliardi, contro i 55 del 2011. Questi sono i dati di Bankitalia che lasciano intravedere che nessuna ripresa è in atto. Eppure secondo Nomisma sono 800mila le famiglie che manifestano l'intenzione di acquistare casa, così come il dato dell'ufficio statistiche di MutuiperlaCasa.com che evidenzia come il trend di richieste sia in crescita ogni mese del 20%.

Quindi che cosa succede? Perché siamo la nazione tra le big d'Europa con il maggior numero di proprietari e minor numero di mutui erogati, addirittura meno dell'Olanda, che ha gli stessi abitanti della Lombardia?

 

tabella variabile ancora


Eppure i tassi sembrano essere favorevoli. Se si analizza il trend dell'Euribor degli ultimi 10 anni, che è il parametro utilizzato per i mutui a tasso variabile, una situazione del genere non si è mai verificata.
L'andamento dell' Euribor 3 mesi (media mensile)
" Giugno 2003  2,15%
" Giugno 2004  2,09%
" Giugno 2005  2,02%
" Giugno 2006  2,99%
" Giugno 2007  4,15%
" Giugno 2008  4,94%
" Giugno 2009  1,23%
" Giugno 2010  0,73%
" Giugno 2011  1,49%
" Giugno 2012  0,66%
" Giugno 2013  0,19%

(fonte dati Euribor.it)

L'Euribor, dopo un periodo di calma apparente durato dal 2003 al 2006 con l'indicatore congelato al 2% grazie clima di fiducia, dal 2007, improvvisamente ha più che raddoppiato il suo valore, portandosi vicino al 5% per poi crollare grazie alla crisi economica e alla BCE con le sue politiche monetarie.

Volendo imparare dalla storia, e si sa che la finanza è ciclica, chi nel 2003 ha stipulato un contratto di mutuo a Tasso Variabile, tranne che per il biennio 2007-2008, dove ha visto aumentare la sua rata del 35%, ha sempre pagato di meno di chi, per prudenza, ha scelto lo stesso mutuo ma a tasso fisso.
In pratica, per un importo di 100mila in 20 anni, oggi a metà del guado, il cliente a tasso Variabile ha pagato il 30% in meno di interessi ed ha rimborsato il capitale più velocemente.

Se si considera che nel 2003, con un Euribor al 2,15% ed uno spread medio applicato in quel periodo all' 1,70%, il miglior tasso sui mutui offerto dal sistema era del 3,75% e oggi, il miglior tasso sui stessi mutui a tasso Variabile è  al 2,75% di alcuni Istituti rilevati da MutuiperlaCasa.com , ma il mercato vale il 40% in meno.

Di certo l'Euribor del tasso variabile non durerà molto a questi livelli e se la tenaglia della crisi dovesse mollare un attimo la presa, probabilmente inizierà a risalire. Ma, nel frattempo, chi avrà optato per un mutuo variabile, avrà risparmiato almeno 2 punti di interesse all'anno. E finché dura...

Edoardo Merenda
www.mutuiperlacasa.com

Tags:
mutui

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.