Non Sprecare

a cura di Antonio Galdo
www.nonsprecare.it

A- A+
Non sprecare
fori imperiali

Nuova puntata della rubrica di Affaritaliani.it in collaborazione con www.nonsprecare.it Vuoi non sprecare? Scrivi e chiedi consiglio ad Antonio Galdo: angaldo@gmail.com

Di Antonio Galdo

Parte la pedonalizzazione, ancora parziale, dei Fori Imperiali a Roma e la notizia rimbalza sulla stampa internazionale, finendo anche sulla prima pagina del New York Times. Dico subito che sono favorevole a questa scelta, coerente con quanto sta avvenendo in tutte le grandi metropoli del mondo dove di disincentiva l'uso dell'automobile nel centro urbano e si aumenta l'offerta dei mezzi pubblici.

Il sindaco Ignazio Marino, che intende ridurre il traffico di auto del 20 per cento nei prossimi due anni, punta molto su questa scommessa che darà una cifra complessiva al suo mandato: vada avanti, e non si preoccupi troppo delle proteste di commercianti e residenti. Sono reazioni normali, che il sindaco di New York, Micheal Bloomberg, conosce molto bene: quando decise di pedonalizzare alcuni quartieri della città si scontrò proprio con le proteste di commercianti e residenti. Andò avanti, e successivamente le proteste finirono e furono proprio i commercianti e i residenti degli altri quartieri della metropoli americana a chiedere, a loro volta, la pedonalizzazione dell'area.

Il punto è un altro: se Marino non vuole ridurre questa operazione a pura e inefficace propaganda, come purtroppo sta avvenendo a Napoli con la pedonalizzazione di Via Caracciolo, deve assolutamente aumentare l'offerta dei mezzi pubblici. I cittadini hanno diritto alle alternative rispetto all'auto, altrimenti a New York la pedonalizzazione di interi quartieri non sarebbe mai diventata così popolare.

E qui le cose si complicano. In realtà l'offerta di trasporti pubblici a Roma negli ultimi anni è crollata del 5 per cento, le aziende comunali sono state gestiste con molti sprechi e clientele, e versano in pessime condizioni. In particolare non funziona il trasporto pubblico, autobus e metropolitane, dalla periferia al centro e viceversa. E intanto si stanno bloccando i lavori della linea C della metropolitana, che interessa proprio la zona dei Fori Imperiali, a causa di un mancato pagamento di 230 milioni di euro da parte del Campidoglio e di Roma Metropolitane. Un segnale pessimo. Per essere coerente, Marino non deve cadere nella trappola dei due tempi: prima la pedonalizzazione e poi i trasporti pubblici. Sono interventi contestuali, altrimenti la sua scelta diventerà un tragico bluff.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fori imperialimarinonon spreacare
in evidenza
Mentana all'inizio della maratona Il Colle, il voto e l'ironia social

Quirinale/ Rete scatenata

Mentana all'inizio della maratona
Il Colle, il voto e l'ironia social

i più visti
in vetrina
Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO

Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO


casa, immobiliare
motori
Mini classica si converte all'elettrico

Mini classica si converte all'elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.