Non Sprecare

a cura di Antonio Galdo
www.nonsprecare.it

A- A+
Non sprecare
antonio galdo

Nuova puntata della rubrica di Affaritaliani.it in collaborazione con www.nonsprecare.it
Vuoi non sprecare? Scrivi e chiedi consiglio ad Antonio Galdo: angaldo@gmail.com

 

di Antonio Galdo

 

Genova, come è noto, è una città parsimoniosa, e dunque non è un caso se proprio dal capoluogo ligure sia partita una bella iniziativa per evitare gli sprechi energetici nella pubblica amministrazione, quelli che poi pagano i cittadini. Il sindaco Marco Doria ha scritto un piccolo Manuale per l’uso corretto dell’energia negli ambienti di lavoro e lo ha distribuito a tutti i seimila dipendenti del comune. Una cosa semplice, chiara, appena sette pagine, ma di grande efficacia. I consigli, infatti, coprono a 360 gradi tutte le abitudini di consumo durante l’orario di lavoro, e sembrano ispirati ai contenuti del sito www.nonsprecare.it

Si parte da luce e riscaldamento. Sul primo versante la regola aurea è questa: non accedente gli interruttori durante il giorno, quando la luce naturale non manca. E alzate la tapparelle in ufficio per illuminare gli ambienti di lavoro. Per quanto riguarda, invece, il riscaldamento il consiglio del sindaco è quello di non coprire i radiatori, per evitare dispersioni di calore, e di non tenere aperte troppo a lungo le finestre per impedire l’eccessivo raffreddamento degli ambienti. Poi il manuale passa a una rassegna delle dotazioni in uso ai dipendenti. Il computer va spento, se si pensa di non doverlo utilizzare per almeno un’ora; il caricabatterie del telefonino non deve restare attaccato alla presa quando il cellulare ha fatto il pieno per funzionare; la fotocopiatrice va usata solo in casi estremi, mentre per le comunicazioni ordinarie è sempre meglio servirsi della posta elettronica. Le raccomandazioni si allargano perfino all’uso dello sciacquone in bagno (non schiacciare il pulsante in continuazione) e alla raccomandazione di usare l’ascensore in compagnia, non da soli. Il sindaco, per incentivare i suoi dipendenti a non sprecare, fornisce anche qualche dato: il computer spento, per esempio, vale un risparmio nella bolletta elettrica di 15 euro per ciascun apparecchio. Non sono pochi.

Doria non è nuovo alle crociate antispreco. E’ stato lui, appena nominato, ad eliminare le auto blu per il sindaco e gli assessori : possono usare il taxi, ed essere rimborsati, quando è proprio necessario, mentre per il resto della giornata hanno a disposizione un abbonamento per la rete del trasporto pubblico. Ed è stato sempre Doria a cancellare l’incredibile benefit comunale che consentiva ai dipendenti di consumare, gratis, cappuccino e cornetto. Faccio i miei complimenti al sindaco di Genova, che dimostra come con un gesto semplice si possono introdurre nuovi ed utili stili di vita. E chiedo: c’è qualche amministratore pubblico che ha voglia di imitarlo? La lotta agli sprechi, per dare buoni risultati, deve partire proprio dall’esempio delle piccole cose.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
energiarisparmionon sprecare
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido

i più visti
in vetrina
Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.