Non Sprecare

a cura di Antonio Galdo
www.nonsprecare.it

A- A+
Non sprecare

 

 

bollette

BANNER

di Antonio Galdo

 

www.nonsprecare.it


Il gas è tra le utenze più care per molte famiglie italiane: in alcune regioni la spesa supera i 2mila euro l'anno. Il nuovo osservatorio di SosTariffe.it ha stimato, per ogni regione italiana, sia il consumo annuo medio di gas, pro capite e familiare, sia il risparmio che si ottiene sottoscrivendo l’offerta più economica del mercato libero. I risultati dello studio effettuato dimostrano che, in Italia, sussistono forti differenze a livello regionale.

Il Veneto è la regione dove si registra la convenienza più alta ad effettuare il passaggio: il risparmio per una famiglia media sfiora il 9%, che si traduce in circa 163 euro l’anno. Tuttavia, nonostante queste evidenze, ancora in pochi prendono in considerazione il mercato libero del Gas come un’opportunità di risparmio.

In generale è nelle regioni del Nord che si registrano i risparmi maggiori, sia in termini relativi che assoluti: dopo il Veneto è in Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna che il mercato libero del gas offre i risparmi maggiori. In queste aree, infatti, rispetto alla tariffa di Maggior Tutela Aeeg, si può spendere per il gas oltre l’8% in meno con risparmi che vanno dai 120 euro ai 178 euro circa.

LEGGI ANCHE: Risparmiare sul riscaldamento regolando il termostato

Una famiglia del Nord consuma fino a 6 volte più gas di una del Sud. Il clima più freddo determina un maggiore uso del riscaldamento, che nelle regioni settentrionali è responsabile di più dell’80% del consumo di metano di una casa. L’Emilia Romagna è la regione con il consumo di gas domestico più alto, con oltre 1000 metri cubi di gas pro capite l’anno, mentre in Sicilia e in Calabria il consumo si ferma a circa 150 metri cubi a testa.

Nonostante l’osservatorio di SosTariffe.it abbia identificato il Nord come l’area dove si consuma più gas, ma dove sono più alti i risparmi con il mercato libero, gli italiani, anche in questa zona, sembrano essere ancora restii ad approfittare del cambio di fornitore del servizio per diminuire le spese in bolletta. Dalla liberalizzazione, infatti, ad oggi solo l’11% delle famiglie è passato al mercato libero del gas.

Al Nord che si registrano i risparmi maggiori, ma questo non vuol dire che anche al Sud non si possa non risparmiare con il mercato libero del gas. Mediamente in Italia sottoscrivere un’offerta fuori dal mercato tutelato consente un risparmio del 7,87%, ovvero 85,32 euro in meno rispetto alla tariffa di Maggior Tutela dell’Aeeg.

DA NON PERDERE: Condominio risparmio energetico, a Lodi il palazzo che vende energia e non la spreca

Lo studio di SosTariffe.it conferma il fatto che passare al mercato libero può essere una soluzione molto efficace per tagliare le bollette del gas, soprattutto in aree ad alto consumo come il Nord. Una comparazione attenta consente di individuare facilmente offerte in grado di fornire risparmi molto significativi. Lo studio ha anche dimostrato che l’uso di gas per riscaldamento è di gran lunga il principale responsabile dei consumi di un’abitazione: è quindi importante ridurre gli sprechi, moderare la temperatura interna e migliorare l’isolamento termico della propria casa.

La bolletta del gas –afferma Riccardo Tentori, direttore della divisione Utilities di SosTariffe.it - è spesso la più salata di tutte: una famiglia media può spendere oltre 2000 euro l’anno per riscaldamento, acqua calda e cottura. Nonostante ciò ancora poche famiglie sono consapevoli che anche per il gas, come per la luce e per l’ADSL, è possibile cambiare fornitore e scegliere tariffe più convenienti. La procedura di cambio è facile, veloce e gratuita.”

Tags:
gasregionispesasprechisostariffe.it

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.