Padre Mariano

a cura del Movimento Sacerdotale Mariano

A- A+
Padre Mariano

Che bello avere un Dio trinitario, un Dio che è relazione, un Dio che manifesta la sua essenza attraverso lo scambio. Un Dio che non può starsene rinchiuso in sé visto che è Amore e che per natura l’Amore è movimento, è dono di sé. Quindi un Dio che si offre generando il Figlio, generando diventa quindi eternamente Padre, e da quel dono d’interazione amorosa nasce lo Spirito Creatore. Un Dio che non è assurdità incomprensibile, perché l’Amore è Logos, è l’Unica realtà intrinsecamente conoscibile e che quindi ha un Piano divino di Salvezza. Secondo questo Piano, Dio, irresistibilmente mosso dalla sua natura feconda e inserito Lui stesso nel vortice dello Suo Spirito Vitale e, in virtù di ciò, ha (1) creato l’umanità, poi (2) l’ha redenta, e adesso (3) intende santificarla. Questo Piano si realizza attraverso la relazione che non si è mai interrotta tra Lui e i suoi figli. Per realizzare questa terza ed ultima parte, chiamata Santificazione, Dio ha previsto il Regno messianico, quel Regno che noi cristiani invochiamo da due mila anni con le parole del Padre Nostro: “Venga il tuo Regno, sia fatta la tua Volontà come in cielo così in terra”. Che invochiamo perché per noi, cristiani, la preghiera è relazione verticale, con un oltre da me, vissuta come esperienza trascendente in chiave di libertà. Diverso è per i musulmani, viene tradotto inadeguatamente con la stessa parola preghiera ciò che in realtà per loro è un rito obbligatorio che obbedisce all’adempienza di una prescrizione, che quando trascurata comporta addirittura una sanzione sanguinosa da parte dell'autorità pubblica, dimostrando così di essere relazione orizzontale socio-culturale costrittiva.

Nel cristianesimo si ha invece un divino Generatore di un autonomia e che Lui stesso si ‘mette in gioco’ e ci permette, con il suo ‘esserci’ nella mia storia, di fare memoria di come prima del peccato originale, tra Dio e i suoi figli c’era un idillio d’amore, e di come col peccato l’idillio è cessato, ed è iniziata la tragedia della separazione. In quella Relazione di communio/Memoria/Sapienza il Piano di Dio si rivela come il paradiso terrestre che è stato solo rimandato, e che sta per tornare metamorfosato, accompagnato dalla felicità della vita divina (la fase 3). Spinge, in chi prega, la dimensione dell’Umano come “figliuol prodigo” che non riesce più a vivere lontano dal Padre, e sta per tornare alla casa paterna: reintegrandosi nel Suo Volere divino. Un banchetto lo aspetta nella casa paterna, quello delle “Nozze dell’Agnello”.

La notizia riguarda ognuno di noi, ed esige una risposta personale a Dio: “Ecco il dono meraviglioso che Dio ti offre: la sua Volontà! In cambio ti chiede di dargli la tua; e tu cosa gli rispondi?” Ci guadagni la tua trasformazione in Figlio del Cielo qua sulla Terra rinnovata. Ecco la chiamata. Ecco il martirio del cristiano: il dono libero di sé per amore, dono di sé per dare Vita Nuova piena e realizzata al fratello. La contro immagine di ciò si ha nel martirio come è invocato dal Corano. La Chiamata lì è all’odio e al sacrificio per dare la morte all’infedele, senza per esso alcuna prospettiva futura. Differenza che intercorre tra il Cristo e l’Anti-cristo. Questi anti-martiri credono in una particolare flessione teologica dell’islam, e che questa rappresenti o no il ‘vero’ islam è una faccenda interessante, ma che riguarda soltanto i musulmani, poiché il mondo ne subisce l’ossessione e il terrore che agiscono all’interno stesso della loro comunità.

C’è chi ha creduto di poter rimpiazzare quella minaccia con il cappuccino: la vita bella e liberale delle democrazie avrebbe spazzato via tutti questi conflitti! La storia dell’Europa insegna altro: la fede, la devozione e le preghiere dei cristiani aiutate dai miracoli hanno fatto barriera, non abbiamo alternativa che continuare su questa strada.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vocazionecristianachiamataislamica
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”

Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.