Le Pillole di PLEF

Oltre la Green Economy
a cura di Planet Life Economy Foundation

A- A+
Le Pillole di PLEF


Di Nicola Luciano Cipriani*

Lunedì 17 dicembre è andato in onda uno spettacolo di Benigni sulla Costituzione Italiana. Sul piano strettamente artistico lo spettacolo è piaciuto a molti, compreso il sottoscritto. Questo artista piace tanto che lo spettacolo è stato seguito da moltissimi italiani registrando uno share elevato. Dal punto di vista dell'argomento trattato, invece, Benigni ha veramente diviso gli italiani e il giorno successivo i media si sono divisi tra i pro e i contro lo spettacolo evidenziando anche l'essere pro o contro le modifiche da apportare alla Costituzione. Personalmente sono del parere che la nostra Costituzione sia stata scritta con l'intento di salvaguardare tutti i cittadini e possa andare bene così com'é. Se da qualche parte si avanzano proposte per alcune modifiche, ritengo che la valutazione di dette modifiche debba essere fatta mantenendo sempre in primo piano la salvaguardia dei cittadini, senza minimamente intaccare i principi di democrazia e libertà espressi nella attuale Costituzione.

Mi viene spontaneo però chiedermi e chiedervi: che senso ha questa grande discussione sul voler cambiare o meno la Costituzione, quando il suo valore è prossimo a zero in quanto ormai esautorata da quella Europea? Purtroppo molti cittadini, italiani ed europei, non seguono al giusto livello di informazione come e quanto sta evolvendo il sistema Europa. Non tutti sono a conoscenza che la Costituzione Europea fu firmata dagli Stati membri dell'Unione il 29 ottobre 2004, con la sottoscrizione del Trattato di Roma. La sua entrata in vigore era subordinata alla ratifica parlamentare o elettorale da parte di tutti gli Stati membri, ma la bocciatura, nel 2005, subìta nei referendum svoltisi in Francia (29-5-05) e nei Paesi Bassi (1-6-05) bloccarono il processo di approvazione. Visto il primo risultato popolare, il vertice europeo pensò bene di superare l'ostacolo cambiando denominazione, da Costituzione a Trattato.

La differenza sta nel fatto che una Costituzione dovrebbe essere messa in approvazione attraverso un referendum popolare (in dipendenza dalle leggi di ciascuno Stato), mentre un Trattato può essere sottoposto al solo voto parlamentare di ciascun membro dell'Unione. In questo modo la variazione di denominazione da Costituzione Europea a Trattato di Lisbona ha evitato il ripetersi di ennesime bocciature da parte dei popoli europei interessati. La storia però racconta che in Irlanda il Trattato di Lisbona fu comunque messo a referendum in quanto la Costituzione Irlandese prevede che per la ratifica dei trattati relativi all'Unione europea implicanti modifiche della Costituzione Nazionale, si proceda per via referendaria seguita dall'approvazione parlamentare. Il referendum fu fatto il 12-6-08 ed ancora una volta il popolo emise un verdetto negativo bloccando l'iter di approvazione da parte dell'Unione. Visto il risultato, l'Europa trovò un accordo con l'Irlanda "imponendo", in pratica, una seconda tornata referendaria che fu fatta il 2-10-09 che ebbe come risultato l'approvazione del Trattato.

 Qui sorge una strana situazione: ma se un popolo si esprime in modo referendario su un certo argomento, quel risultato dovrebbe avere un valore per un tempo abbastanza lungo, almeno una generazione, visto che gli interessati si sono espressi in modo chiaro. A mia memoria non risulta che un referendum sullo stesso argomento sia stato ripetuto due volte in breve tempo. Anche la Repubblica Ceca ebbe qualche ripensamento in merito all'approvazione del Trattato, ma alla fine si arrivò alla sua approvazione senza passare attraverso un referendum popolare, come d'altronde, è avvenuto nella maggior parte dei Paesi membri.

Oggi abbiamo l'approvazione del Trattato di Lisbona, che è la Costituzione Europea, da parte di tutti gli Stati membri, ma non l'approvazione popolare dei cittadini europei. Inoltre per noi italiani cosa ha comportato l'approvazione del Trattato di Lisbona nei confronti della nostra Costituzione? Quali sono gli articoli che in pratica sono venuti a decadere in quanto superati dalla Costituzione Europea? Spero di potervelo raccontare in un prossimo articolo.

*Per Plef Foundation

Tags:
plefcostituzione

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.