I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Adelante a los 60
Xylella, tra misteri, complotti e scie chimiche

Ne parliamo con Duccio Caccioni, agronomo e fra i massimi esperti di agrolimentare.

La Xylella, grande problema del territorio pugliese e salentino.Strategie politiche , complotti, interventi della Procura di Lecce, persino scie chimiche. Di tutto e di piu'per capirne sempre meno su un problema che potrebbe mettere in ginocchio un 'importante area agricola del paese. Senza entrare nel merito delle varie iniziative e prese  di posizione ,chiediamo un'opinione a 360 gradi a Duccio Caccioni , agronomo e uno dei massimi esperti italiani sull'agroalimentare.

Duccio, emiliano doc, tra i molteplici incarichi e' attualmente Presidente della Borsa per i Prodotti Biologici della Camera di Commercio di Bologna e Direttore Marketing e  Qualita' del  Centro Agroalimentare bolognese, autore di libri e documentari , sovente richiesto come docente da università italiane ed estere.

E allora Duccio ci dai un semplice quadro di quanto sta succedendo?

"Mi e' difficile entrare nel merito tecnico nel momento in cui e' coinvolta persino una Procura ,ma questa epidemia di Xylella fa riflettere su una piu' ampia problematica.
Gli eventi epidemici in agricoltura  o anche i  disastri idrogeologici, oggi così comuni e con esiti anche drammatici , sono spesso  dovuti in  buona parte ad una deriva del comparto agricolo in alcune zone del paese . Gli interi Appennini , ad esempio, hanno vaste zone agricole completamente abbandonate.
La perdita di competitivita' dell'agricoltura , l'abbandono delle campagne negli ultimi decenni, un'agricoltura drogata dai sussidi comunitari sono state concause di alcune di queste problematiche con le quali ci confrontiamo'.

'A mio parere , lo sviluppo di certi danni epocali , e' nato anche da una gestione non ottimale del territorio. Nel nostro paese , come sappiamo, abbiamo due realta' di agricoltori , i primi accorti e capaci in grado di mantenere bene la loro terra con grandi sacrifici, i secondi , marginali e non professionisti, , che non ne fanno una ragione di vita ma solo un aspetto di eventuale profitto. A entrambi arrivano i soldi della Comunita 'Europea' magari in eguale misura. Il vero professionista ,chi vive veramente il territorio, frequentemente non solo  non è premiato ma talvolta è addirittura svantaggiato.

E' ovvio che un terreno tenuto bene non e' certo immune ma sicuramente e' piu' protetto da molte epidemie ; al contrario terre in abbandono o mal coltivate  risultano  facile preda di dissesti idrogeologici e malattie".

E allora che si deve fare ?

"Innanzitutto, e questa e' una good new , il trend di abbandono delle campagne finalmente si e' invertito e rileviamo un aumento dei giovani  che direttamente coltivano i terreni , magari di famiglia . Un aumento dell'occupazione di questo tipo non puo' fare che bene al nostro sistema. Perche' non dobbiamo dimenticarci che , alla fine , zone ben coltivate, con una agricoltura di qualità  diventano moltiplicatori incredibili di valore . Per esempio sul turismo,sulla cultura, sulla salute. Una buona campagna e un bel  paesaggio hanno un valore formidabile  per il nostro paese.
Insomma , per concludere direi che amare la propria terra significa amare il proprio paese e se questo feeilng arriva dalle giovani generazioni possiamo davvero cominciare ad essere un poco piu' ottimisti'.

 
 

 

Commenti
    Tags:
    xylella-agroalimentare-complotti
    in evidenza
    Grandine-temporali al Nord Caldo super africano al Sud

    Previsioni Meteo

    Grandine-temporali al Nord
    Caldo super africano al Sud

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

    Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.