I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Tasse & Pensioni

Nuova puntata su Affaritaliani.it della rubrica "Tasse&Pensioni", uno spazio a cura dello studio fiscale tributario e del lavoro Massimiliano Casto che risponderà a tutti i vostri quesiti in materia di fisco e previdenza. Per orientarsi nel difficile mondo della burocrazia e delle leggi scrivete a:
tassepensioni@affaritaliani.it

 

QUESITO
In prossimità della scadenza dell'Imu, mi chiedevo cosa succede in caso di possesso con usufrutto di un immobile utilizzato come residenza estiva. Volevo sapere se cambia qualcosa per un usufrutto di prima casa con un usufrutto di una seconda casa a disposizione. Volevo sapere chi deve pagare l'imu per una casa affidata dal giudice all'ex coniuge.  Grazie mille.
                                                                                Gianni Segurno - Ferrara


RISPOSTA
Sono tenuti alla scadenza del 17 giugno tutti i proprietari di immobili in Italia (purché non sia prima casa), ma anche tutti coloro che sono titolari di un diritto reale di godimento, come l'usufrutto o chi ha un diritto d'abitazione come per esempio un coniuge superstite sulla casa di famiglia, di uso, di enfiteusi e di superficie. In caso di separazione o divorzio, obbligato al versamento è l'ex coniuge affidatario della casa coniugale, anche se non proprietario, che fruisce della sospensione a condizione che vi dimori abitualmente e vi risieda anagraficamente.
                                                                                 Massimiliano Casto - Noto (SR)

 

QUESITO
Ho venduto una casa , non di residenza, a fine marzo di quest'anno. Volevo sapere se devo pagare l'imu di giugno per i sei mesi relativi all'acconto, oppure devo pagarlo fino al giorno della vendita.
Grazie
                                                                                         Giovanni Marello - Ancona


RISPOSTA
L'Imu è dovuta sempre in proporzione al periodo di possesso nel corso dell'anno, per cui andranno rapportati i mesi effettivi di possesso. Nel caso in cui il possesso si prolungasse per oltre 15 giorni in un mese, sarà necessario considerare l'intero mese.
                                                                                      Massimiliano Casto - Noto (SR)


QUESITO
Per pagare l'ici, ricordo che mi arrivava il conto corrente postale, che mi spediva il comune con l'importo già compilato. Perché non mi arriva più il conto corrente e devo occuparmi personalmente del calcolo, con il rischio di sbagliare?
                                                                                             Alfonso Riesino - Mantova


RISPOSTA
Per quanto riguarda l'Imu, deve essere Lei ad occuparsi del calcolo e del versamento, magari rivolgendosi ad un professionista (commercialista, consulente del lavoro, tributarista) oppure recandosi ad un Caf. Inoltre voglio ricordare che per pagare, sono possibili due modalità:
usare il modello F24 recandosi all'ufficio postale o in banca oppure on line tramite il servizio di home banking fornito dalla propria banca stessa. Inoltre è possibile versare tramite il servizio "F24 Web"  disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato, professionista o Caf.
                                                                                    Massimiliano Casto - Noto (SR)

 

QUESITO
Vorrei sapere, se rispetto allo scorso hanno, è cambiato il sistema per valutare l'immobile su cui applicare l'aliquota stabilita dal comune.
                                                                                       Antonio 1964 - Roma

RISPOSTA
Il meccanismo di calcolo dell'imponibile è come quello del 2012. Si parte sempre dalla rendita catastale che si può trovare su un certificato o visura catastale oppure sul rogito, attribuita all'immobile al 1° gennaio dell'anno e va poi rivalutata del 5%. La rendita catastale così rivalutata va poi moltiplicata per un coefficiente variabile a seconda della tipologia dell'immobile stesso. Un coefficiente invariato rispetto al 2012 tranne che per i fabbricati strumentali di categoria D. Per le abitazioni soggette all'Imu e per le relative pertinenze il coefficiente è 160; per gli uffici è 80 e per i negozi 55. Per i capannoni industriali, opifici e immobili commerciali di categoria D il moltiplicatore è 65 (era 60 nel 2012). Base imponibile dimezzata per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, per il periodo dell' anno in cui sussistono tali condizioni, da accertare da un tecnico comunale o da attestare con una dichiarazione sostitutiva. Dimezzata la base di calcolo anche per i fabbricati di interesse storico e artistico.

                                                                              Massimiliano Casto - Noto (SR)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tasse
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”

WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.