Roma, 20 ott. (Adnkronos Salute) - Ansia da Covid e smartworking peggiorano la salute di denti e gengive: in aumento fratture dentali e bite, uno degli effetti indiretti del nuovo coronavirus. L’allarme arriva dagli Usa, ma lo stesso sta avvenendo in Italia, secondo gli esperti della Società italiana di parodontologia e implantologia (Sidp), che si sono ritrovati via web al XXI congresso nazionale di Firenze, appena concluso. Sotto accusa l'ansia causata dal distanziamento sociale che aumenta il bruxismo e lo stress da lavoro a distanza. I primi dati statunitensi misurano un incremento, rispetto al 2019, del 120% dei pazienti che devono risolvere una frattura dentale e del 36% di quelli che digrignano i denti e devono ricorrere a un bite di protezione per il bruxismo. Anche la carie è in crescita con un +18% rispetto all’anno scorso. "Dopo il lockdown abbiamo registrato un generale peggioramento delle condizioni orali e parodontali e tra le varie complicanze spicca anche una maggiore incidenza delle fratture dentali - spiega Luca Landi, presidente Sidp - La causa, oltre, alla mancanza di visite di controllo e alla scarsa igiene orale, è riconducibile anche alla maggiore ansia determinata dal distanziamento sociale. Molte persone infatti somatizzano lo stress nel cavo orale, con attività come il bruxismo o il serramento dei denti che a lungo andare possono deteriorare le superfici dentali e causare fratture, dolore alla mascella, sensibilità dentale, emicrania e aumento della mobilità dentale nei pazienti con parodontite più gravi, di stadio III e IV". "A peggiorare queste condizioni, soprattutto nei casi più gravi di parodontite con la mobilità dei denti più compromessa, si aggiunge lo stress da smart-working che può aumentare quando si estendono gli orari di lavoro e non ci sono più pause", evidenzia.Non solo. "Anche in Italia sembrano aumentate, rispetto allo scorso anno, le fratture dentali e le complicanze parodontali. Uno dei rimedi più consigliati è il bite, paradenti che permette di evitare che i denti si consumino - precisa Landi - A oggi non esistono dati scientifici certi, ma il trend di un aumento del bruxismo e di oltre +30% delle richieste di bite, è stimabile anche in Italia"."Il bruxismo - avverte - non è un problema trascurabile: in condizioni normali i denti si toccano solo quando si mastica o si deglutisce. Nel resto del giorno i denti entrano in contatto tra loro per non più di 20 minuti: in caso di bruxismo si può arrivare fino a 7 ore e i denti fanno così in una sola giornata il lavoro di due mesi".

in evidenza
Gregoraci, addio al Gf Vip 5 Elisabetta ha deciso. E Oppini...

Terremoto nella Casa

Gregoraci, addio al Gf Vip 5
Elisabetta ha deciso. E Oppini...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Pensioni Quota 100, il colpo di coda. Quota 41.. Riforma Pensioni news

Pensioni Quota 100, il colpo di coda. Quota 41.. Riforma Pensioni news

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.