Roma, 5 gen. (Adnkronos Salute) - "In alcuni ospedali italiani i vaccini anti-Covid sarebbero arrivati con siringhe sbagliate, inadatte a somministrare ai pazienti le dosi del farmaco. E’ il caso di Pavia, dove sarebbero giunte un migliaio di siringhe sbagliate da 5 ml anziché da 1 ml, ma casi analoghi si registrano anche Perugia, Torino, Milano e in Liguria. Chiediamo al ministero della Salute di verificare i fatti e accertare le responsabilità alla base dell’errore nell’invio delle siringhe alle strutture sanitarie del territorio". Lo afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi."Capiamo la complessità e le difficoltà del piano vaccinale, ma errori di questo tipo rischiano non solo di determinare un danno erariale, ma anche di rallentare le vaccinazioni -aggiunge Rienzi- Il ministro Speranza deve avviare una indagine sul caso, e se dalle siringhe sbagliate dovessero emergere sprechi di fondi pubblici e rallentamenti del piano vaccinale, i responsabili devono risponderne sotto il profilo penale ed erariale".

in evidenza
Incubo autocertificazione Ora arriva anche sulle magliette

Il Covid vissuto con ironia

Incubo autocertificazione
Ora arriva anche sulle magliette

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Meteo marzo, clamoroso ritorno dell'inverno. Gelo e tanta neve in pianura

Meteo marzo, clamoroso ritorno dell'inverno. Gelo e tanta neve in pianura

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.