Roma, 26 mar. (Adnkronos Salute) - In questo momento di forzata permanenza in casa per l'emergenza Covid-19 "mi segnalano da vari ospedali un incremento di ustioni e piccoli incidenti nei bambini, che già normalmente in due casi su tre si verificano in casa, soprattutto in cucina e bagno". Ad affermarlo all'Adnkronos Salute è il pediatra di Milano Italo Farnetani, ordinario alla Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta, che aggiunge: "Più della metà degli incidenti che si presentano nei primi 18 anni di vita avviene in casa, e in particolare per i bambini di meno di 6 anni proprio la casa è il luogo più insidioso"."Nel 75% dei casi la causa sono i liquidi bollenti, il fuoco nel 15% dei casi, oggetti roventi nel 10%. I liquidi bollenti sono molto più pericolosi di quanto si pensi - avverte Farnetani - perché il contenuto equivalente a una tazzina di caffè può ustionare il 30% della superficie corporea. Le ustioni gravi, quelle che richiedono un ricovero in ospedale sono poche, ma le piccole scottature sono invece frequenti. I più esposti alle ustioni sono proprio i bambini: il 70% ha meno di quattro anni, e i maschi sono più a rischio".Ecco allora cosa fare per evitare i rischi di ustione e di altri piccoli incidenti. "In cucina il principale pericolo è l’ustione. Attenzione al forno - avverte il pediatra - perché il bambino frequentemente si ustiona toccando lo sportello esterno. Inoltre è importante vigilare sul piano di cottura. E' opportuno utilizzare i fornelli posteriori e tenere i manici delle pentole rivolti verso l’interno. Naturalmente è bene utilizzare solo i piani di cottura che dispongono delle apposite manopole di sicurezza. Quando forno o fornelli sono accesi è importante che il bambino non resti in cucina da solo e, quando è presente insieme con qualche adulto, è opportuno controllarlo accuratamente"."I liquidi caldi - aggiunge - non vanno mai tenuti accanto ai bordi dei ripiani. Attenzione anche all’acqua che esce dai rubinetti: è bene regolare la caldaia a una temperatura non eccessivamente elevata, indicativamente a non più di 50° C. Attenzione poi ai coltelli, alle forchette e agli altri oggetti appuntiti, che andranno tenuti in un cassetto lontano dalla portata dei bambini", continua Farnetani, raccomandando di non lasciare mai incustoditi questi utensili. Stessa accortezza per il ferro da stiro. Detersivi, sacchetti in plastica e eventualmente medicinali vanno posti in un armadietto, chiusi a chiave e non accessibili ai bambini. In bagno attenzione all’acqua calda che esce dai rubinetti e alla vasca. "A un bambino bastano 10 cm di acqua per annegare, per questo è prudente che non vada mai lasciato solo dentro la vasca. Riporre in un apposito vano, non accessibile ai bambini, i rasoi da barba e gli altri oggetti taglienti o acuminati, i cosmetici e i profumi. Attenzione anche al talco, che può essere aspirato. Infine, non vanno mai lasciati attaccati alla spina e incustoditi i vari elettrodomestici, perché - conclude Farnetani - si potrebbe verificare una folgorazione".

in evidenza
Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
La moglie in quarantena? E' una ma vale per quattro

Coronavirus vissuto con ironia

La moglie in quarantena?
E' una ma vale per quattro

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

in vetrina
Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news

Grande Fratello Vip 2020 Antonella Elia cade e batte la testa: interviene il medico. Gf Vip 4 news

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.