Roma, 11 lug. (AdnKronos Salute) - "E' una questione prettamente francese, che non avrà implicazioni per i pazienti italiani". Commenta così il presidente di Omeoimprese, Giovanni Gorga, la decisione del governo francese di revocare il rimborso dei medicinali omeopatici in Francia a partire dal 2021, con una fase intermedia in cui per tutto il 2020 il rimborso sarà portato al 15%."In ogni Paese, la rimborsabilità di un farmaco dipende principalmente dalla disponibilità economica del sistema sanitario nazionale. Se vi è scarsità di risorse, è corretto assicurare ai cittadini in prima battuta le cure più costose e quelle per le malattie più gravi - afferma Gorga - non a caso, nell’ottica di conseguire un risparmio e una migliore gestione della salute pubblica, negli ultimi anni in Francia è stata eliminata, per esempio, la rimborsabilità dei farmaci per l'Alzheimer".In Italia, dove i medicinali omeopatici non sono rimborsati, è in corso la fase finale del processo di registrazione dei medicinali omeopatici: "Siamo in una interlocuzione positiva con l’Agenzia italiana del farmaco - conclude Gorga - che sta via via rilasciando le Aic dei nostri medicinali con lo statuto di Sop, medicinale senza obbligo di prescrizione".

in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.