A- A+
Home

cronaca a cura di Antonino D'Anna

papa francesco3

Un colloquio di 24 minuti tra il Papa e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha incontrato stamane Francesco in Vaticano. Un incontro cordiale. Papa Francesco ha voluto rivolgere attraverso il presidente Napolitano il suo più cordiale saluto "all'intero Popolo italiano, i cui rappresentanti - ha sottolineato nel discorso rivolto al Capo dello Stato - l'hanno recentemente eletta per un nuovo mandato alla più alta carica dello Stato". "La sua visita, signor presidente - ha detto ancora il Pontefice - si inserisce in una storia di rapporti ormai lunga, e ancora una volta conferma, dopo vicende anche travagliate e dolorose, la normalità e l'eccellenza delle relazioni tra Italia e Santa Sede".

ITALIA E VATICANO UNITE DAL CONCORDATO- Poi il Papa osserva: "Il dialogo tra Italia e Santa Sede ha come fine principale il bene del popolo italiano e come sfondo ideale il suo ruolo storicamente unico in Europa e nel mondo". Non solo: "In Italia la collaborazione tra Stato e Chiesa, sempre rivolta all'interesse del popolo e della società, si realizza - ha rilevato il Pontefice nel suo discorso a Napolitano - nel rapporto quotidiano tra le istanze civili e quelle della comunità cattolica, rappresentata dai Vescovi e dai loro organismi, e in modo del tutto particolare dal Vescovo di Roma". Relazioni che "si sono sviluppate specialmente dopo la Conciliazione e l'inserimento dei Patti Lateranensi nella Costituzione italiana, e quindi, in un'ottica nuova, dopo il Concilio Ecumenico Vaticano II e l'Accordo di revisione del Concordato".

COME RATZINGER: I COLLI SI GUARDANO- Nella prima visita di Napolitano in Vaticano e nella sua partecipazione alla messa per l'inizio del ministero petrino, per Papa Francesco "può essere espressa efficacemente con l'immagine dei due Colli, il Quirinale e il Vaticano, che si guardano con stima e simpatia" già evocata da Benedetto XVI in un'analoga circostanza. "Davvero - ha aggiunto Papa Bergoglio nel suo discorso al Capo dello Stato - l'Italia può essere un esempio nella comunità dei popoli, come è stato riconosciuto a più riprese da personalità anche molto diverse e, negli ultimi tempi, è apparso evidente dall'intensità del rapporto di stima e di amicizia tra Lei, signor Presidente, e Sua Santità Benedetto XVI".

LA LIBERTA' RELIGIOSA MINACCIATA- Parole dure dal Papa in tema di libertà religiosa. Ecco che cosa dice a Napolitano: "Nel mondo di oggi la libertà religiosa è più spesso affermata che realizzata. Essa, infatti, è costretta a subire minacce di vario tipo e non di rado viene violata". Poi: "I gravi oltraggi inflitti a tale diritto primario sono fonte - afferma con forza - di seria preoccupazione e devono vedere la concorde reazione dei Paesi del mondo nel riaffermare, contro ogni attentato, l'intangibile dignità della persona umana".

LA CRISI IN ITALIA- Francesco osserva anche la situazione economica, che colpisce anche il nostro Paese. "Il momento storico che stiamo vivendo è segnato anche in Italia, come in molti altri Paesi, da una crisi globale profonda e persistente, che accentua i problemi economici e sociali, gravando soprattutto sulla parte più debole della società". Tanto che: "Preoccupanti - scandisce il Papa - appaiono soprattutto i fenomeni quali l'indebolimento della famiglia e dei legami sociali, la decrescita demografica, la prevalenza di logiche che privilegiano il profitto rispetto al lavoro, l'insufficiente attenzione alle generazioni più giovani e alla loro formazione, in vista anche di un futuro sereno e sicuro".

(Segue: il Papa dà la carica ai cattolici ricordando il loro impegno politico nel corso della storia italiana. Napolitano: i Colli continueranno a guardarsi, la libertà religiosa va tutelata e difesa. E sottolinea l'affetto del nostro Paese per Francesco...)

Tags:
papanapolitanovaticanoitalia
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Coffee Break

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.