A- A+
Sardegna

 

sarastragedia11

La procura di Cagliari ha chiuso l'inchiesta aperta per omicidio colposo sulla morte di Pierpaolo Pulvirenti, operaio di 23 anni di Catania, deceduto nell'aprile 2011 mentre lavorava alla Saras, la raffineria di Sarroch (Cagliari) dei Moratti. La vittima era dipendente della Star Services srl, societa' che lavorava in appalto nello stabilimento sardo.

Indagati sono Gianmarco e Massimo Moratti, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Saras, Dario Scaffardi direttore generale dello stabilimento, Guido Grosso direttore operation management, Antioco Mario Gregu direttore asset management, Giulio Mureddu responsabile 'operation' a Sarroch, Gianluca Cadeddu responsabile area produzione distillazioni e desolforazioni (add), Massimo Basciu responsabile esercizio dell'add, Luciano Capasso capo turno giornaliero dell'impianto a cui lavorava la vittima, Francesco Casula operatore unita' 400 dell'impianto, Adriana Apollonia Zappala' amministratore unico della Star Service, Innocenzo Antonio Condorelli e Pietro Serrano' rispettivamente dirigente e capocantiere della Star Services.

Tags:
morattiincidente sarroch
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020


casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.