A- A+
Sicilia

 

AMBULANZA

E' stato arrestato da carabinieri per tentativo di omicidio Antonino Marino, il 36enne accusato di avere cosparso di benzina suo cugino. L'episodio e' avvenuto ieri a Paterno, nello stabile dove i due abitano. 

L'aggressione sarebbe scaturita da dissidi condominiali: Marino accusava il cugino Antonino Marco Castro, di 25 anni, che abitava nell'appartamento sopra il suo, di essere troppo rumoroso. Dopo l'ennesima lite, il 36enne avrebbe comprato 10 litri di benzina, che avrebbe portato a casa con un tanica. Quando il cugino è rientrato gli ha lanciato contro il liquido infiammabile e gli ha appiccato il fuoco.

Castro, in gravissime condizioni al Cervello di Palermo, mentre Marino è rimasto ferito da un ritorno di fiamma. Entrambi sono ricoverati in ospedale. Castro al Cervelli di Palermo, Marino a Catania, con ustioni sul 15% del corpo. L'aggressore è piantonato in reparto. L'ordine di arresto è stato emesso dal procuratore capo di Catania, Giovanni Salvi, e dal sostituto procuratore Marisa Scavo, ed eseguito da carabinieri del reparto operativo del comando provinciale e della compagnia di Paternò.

Tags:
cataniafuocorumoroso
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.