A- A+
Il Sociale
Caritas, i poveri italiani raddoppiano in 5 anni

Negli anni della crisi la diffusione della poverta' in Italia e' notevolmente aumentata, nel 2012 vivevano in poverta' assoluta 4,8 milioni di persone residenti in Italia, pari all'8% del totale, mentre nel 2007 erano 2,4 milioni, ossia il 4,1%. In altre parole, i poveri sono raddoppiati in cinque anni. Sono questi i dati resi noti oggi dalla Caritas italiana che ha presentato il primo Rapporto sulle politiche contro la poverta' in Italia che propone una riflessione sulle politiche messe in atto per fronteggiare la poverta' assoluta.

La presenza della poverta' ha allargato i propri confini andando a colpire in misura significativa fasce della popolazione finora poco toccate. Si e' assistito a un doppio movimento con il quale l'indigenza non solo ha confermato il suo radicamento fra i segmenti della popolazione e dove gia' in passato era piu' presente, ma e' anche cresciuta particolarmente in altri segmenti, prima ritenuti poco vulnerabili: il centro-nord, le famiglie con due figli, i nuclei con capofamiglia di eta' inferiore a 35 anni, le famiglie con componenti che hanno un lavoro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caritaspoveri
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.